Verso Juventus Lazio. Intervista a Pioli: “A Torino per vincere…”

Pubblicato il autore: Carmine Errico Segui

Intervista pioli Juventus Lazio

È certamente lui, insieme a Felipe Anderson (clicca qui per leggere la lunga e interessante intervista rilasciata dal brasiliano) che ha il principale ‘responsabile’ di questa grande Lazio che fa sognare i propri tifosi. L’allenatore biancoceleste ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni a Sportmediaset. L’intervista a Pioli racconta quanto sia umile l’allenatore e quanto creda alla vittoria nella sfida di sabato sera tra Juventus Lazio. Pioli tiene tutto l’ambiente biancocelesti con i piedi per terra e predica calma ai suoi uomini: «Dobbiamo rimanere concentrati, siamo soddisfatti, ma non abbiamo ancora ottenuto nulla. Dobbiamo continuare a lavorare con attenzione. Abbiamo capito da subito le potenzialità di questa squadra, la società ci sta mettendo nelle condizioni ideali per lavorare». Lavoro, lavoro, lavoro: lo stesso mantra raccontato da maestri della panchina della Lazio come Maestrelli e Ericsson. «Io come loro? Chiaramente tutti questi attestati di stima non possono che farmi piacere, ma ancora non abbiamo centrato il nostro obiettivo, mancano troppe partite prima di poter festeggiare». Inevitabile parlare del Big match di sabato sera Lazio Juventus: «A Torino per vincere? Ci vogliamo provare. Affronteremo la partita per uscire dal campo senza rimpianti». Un messaggio forte e chiaro lanciato alla Juventus di Allegri che contro la Lazio sta pensando di schierare una Juventus B con ampio turnover, in vista della sfida di ritorno di Champions League contro il Monaco. Ma Pioli pensa solo alla sua Lazio e chiude l’intervista replicando a chi criticava la sua squadra e il suo lavoro all’inizio di questa entusiasmante avventura: «Si sbaglia a pensare che siano vincenti solo coloro che vincono. Sono dei vincenti tutti quelli che raggiungo l’obiettivo prefissato ad inizio stagione. Se un allenatore viene chiamato per salvare la squadra e ottiene la salvezza credo sia dello stesso livello degli allenatori che hanno un potenziale diverso e lottano per vincere».

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Juventus-Bologna: streaming e diretta TV. Sky o DAZN?