Lazio, niente controsorpasso giallorosso: è l’ora di ripartire

Pubblicato il autore: Sabino Palermo Segui
Stefano Pioli, allenatore Lazio

Stefano Pioli, allenatore Lazio

 

Due vittorie in una stagione nei derby contro la Roma li valsero addirittura una targa celebrativa ancora oggi ben presente agli ingressi del centro sportivo di Formello. Questa volta gli va almeno un rigraziamento speciale: Edy Reja ferma ancora una volta la corsa giallorossa. Lazio agganciata, ma non sorpassata, e in un turno alla vigilia sicuramente sfavorevole ai biancocelesti può sicuramente ridimensionarsi così il passo falso allo Juventus Stadium.

Il derby continua: lo scontro diretto in programma alla penultima giornata prende sempre più i contorni di una finale. Su come ci arriverà la Lazio, dipende solo ed esclusivamente dalla squadra di Pioli. Infatti, aldilà delle dichiarazioni nel post-partita da parte del tecnico, la prova contro la Juventus non è piaciuta. La difesa senza De Vrij (vero talismano stagionale) ha perso sicurezza e stabilità, incassando in mezz’ora lo stesso numero di gol presi nelle 8 partite precedenti. L’olandese però difficilmente recupererà già per il prossimo impegno in casa contro il Chievo, perciò bisognerà ripartire in settimana con gli stessi uomini che hanno sofferto l’attacco della capolista.

Leggi anche:  Torino, "quarto d'ora granata" sostituisca "quarto d'ora da stupidi"

L’esigenza di migliorare la fase difensiva, comporterà però scelte difficili ed esclusioni eccellenti per quanto riguarda il reparto offensivo dei biancocelesti. La qualificazione diretta in Champions League viene prima dei nomi sulla maglia: questo è il primo messaggio che Pioli e la dirigenza hanno recapitato alla squadra dopo la sconfitta di Torino. Il calendario però è favorevole alla Lazio: due impegni casalinghi contro Chievo e Parma sembrano essere l’ideale per una squadra che ha voglia di ripartire, ma sarà importante capire come reagirà la squadra laziale dopo 72 giorni senza sconfitte in campionato.

Infatti – curiosità statistica – la squadra di Pioli, dopo una sconfitta, ha sempre faticato a rialzarsi. Il dato è sicuramente significativo: dei 9 k.o. stagionali, ben 6 sono arrivati “in coppia”. Ad inizio stagione contro Genoa ed Udinese, un girone fa contro Empoli e Juventus, e poi contro Cesena e Genoa prima di spiccare il volo ed inanellare l’inarrestabile marcia di 8 vittorie consecutive verso il secondo posto in classifica. Un aspetto psicologico su cui l’allenatore porrà particolare attenzione. Perchè ormai è chiaro, in questo derby per la Champions conteranno anche i minimi dettagli.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: