Inter Parma 1-1. Risultato finale. Lila risponde alla rete di Guarin. Fischi a San Siro

Pubblicato il autore: TonyR Segui

Inter Parma

Si è conclusa da poco Inter Parma, match valevole per il 29° turno di Serie A, con il risultato di 1-1. Fischi a San Siro, con il popolo nerazzurro “spazientito” con Mancini e giocatori. Mal di vittoria per l’Inter, che non conquista i tre punti ormai da cinque turni e, peggio ancora, non vince a San Siro dalla gara contro il Palermo. Bene il Parma che, nonostante la situazione societaria e l’ultimo posto in classifica, strappa un ottimo pareggio, almeno per il morale, confermandosi bestia nera dei nerazzurri in questa stagione (4 punti conquistati dai gialloblu tra andata e ritorno). L’Inter schiera dal primo minuto l’ex Felipe e Puscas al posto di Podolski, mentre Donadoni risponde con Belfodil in avanti, sostenuto da Varela. Le reti dell’ 1-1 finale: Inter in vantaggio grazie al gol di Guarin al 25° minuto. Pareggio al 44° con Lila che, di testa su cross di Varela, supera Handanovic.

SECONDO TEMPO: INTER PARMA 1-1. La ripresa si apre con un cambio nelle fila dei nerazzurri: Mancini toglie uno spento Puscas ed inserisce Kovacic, passando al 4-2-3-1, con il croato, Guarin e Shaqiri alle spalle di Palacio. Seconda frazione di gioco più movimentata, con gli emiliani che hanno risposto colpo su colpo ai nerazzurri, vogliosi di reagire ai fischi del proprio pubblico, piovuti al termine del primo tempo.
Al 53′ colpo di testa in tuffo in area di Kovacic con pallone fuori di poco, dopo una buona azione dell’Inter. Al 58′, la rabbia di San Siro si scatena su Juan Jesus che, con un doppio errore, mette in difficoltà i suoi, complice la bravura di Varela. al 61′ ammonizione per Ranocchia per fallo su Belfodil. Poi, un paio di occasioni per i nerazzurri con Shaqiri e Palacio, e per Belfodil per i gialloblu, con il francese che svirgola in area sciupando lo splendido assist di Ghezzal. Al 72′ ancora Guarin, su punizione: Mirante blocca a terra. Al 76′, altro cambio per l’Inter: dentro Podolski al posto di Felipe ammonito. Mancini tenta il tutto per tutto. Donadoni risponde inserendo Coda ad un voglioso Belfodil e Cassani per uno stanco Jorquera. All’81’, clamorosa occasione per capitan Ranocchia che si fa parare da Mirante un colpo di testa ravvicinato. All’ 89′ out Shaqiri per Hernanes, ma di fatto, il match finisce qui.

PRIMO TEMPO: INTER PARMA 1-1. Tante le novità in campo rispetto a quanto previsto alla vigilia: Donadoni punta sull’ex Belfodil in avanti, con Varela a sostenerlo; sorprese anche nell’Inter, con Mancini che preferisce il giovane Puscas a Podolski.
Le formazioni:
Inter (4-3-1-2): 1 Handanovic; 21 Santon, 23 Ranocchia, 26 Felipe, 5 Juan Jesus; 13 Guarin, 18 Medel, 77 Brozovic; 91 Shaqiri; 8 Palacio, 28 Puscas.
Parma (4-5-1): 83 Mirante; 28 Feddal, 15 Costa, 4 Mendes, 18 Gobbi; 23 Nocerino, 80 Jorquera, 3 Lila; 8 J. Mauri, 26 Varela; 10 Belfodil.
Da segnalare un clima piuttosto freddo al Mezza di San Siro, dove il tifo è praticamente assente, con pochi cori a dimostrazione di un popolo nerazzurro rassegnato e deluso dalla fin qui deludente stagione dell’Inter. Ritmi molto bassi con l’Inter che fa del possesso palla la sua arma migliore. Poche occasioni prima della rete del vantaggio nerazzurro firmato da Guarin, che con un destro dal limite dell’area, deviato in maniera decisiva da Mauri, infila l’incolpevole Mirante. Inizialmente non c’è reazione da parte del Parma, che non si sbilancia e resta ordinato tatticamente. Poi, la svolta: prima una punizione di Costa (41′) deviata in calcio d’angolo da Handanovic ed infine la rete di Lila dopo un’azione insistita del Parma, con Varela che crossa da destra e trova Lila che in corsa colpisce il pallone di testa e supera Handanovic. Mancini infuriato per l’infortunio di Santon, uscito dal campo per un colpo alla testa (il terzino ha perso sangue), che ha lasciato i suoi in 10. Dopo un minuto di recupero, l’arbitro manda le due squadre negli spogliatoi tra i fischi di San Siro.

  •   
  •  
  •  
  •