Risultato posticipo Serie A, il Napoli regola la Samp con un sonoro 4-2

Pubblicato il autore: Francesco Pugliese Segui

Napoli-Sampdoria

NAPOLI – San Paolo in festa nel posticipo della trentaduesima giornata per un risultato che potrebbe significare tanto per il futuro del Napoli. Vittoria in rimonta contro la Sampdoria e prestagione maiuscola di tutti gli undici allenati da Rafa Benitez per tre punti che permettono di accorciare su Lazio e Roma e allungare su Fiorentina e doriani.

Partenza sprint per i partenopei che cercano il vantaggio immediato: al 1’ è Higuain a tentare di sbloccare il risultato, ma la conclusione finisce abbondantemente a lato. L’argentino è carico e all’8’ sfiora il vantaggio con una sassata improvvisa che impegna Viviano. Nel miglior momento del Napoli passa in vantaggio la Samp: Eder va via sulla sinistra su ottimo suggerimento di Sturaro, mette in mezzo e trova la sfortunatissima deviazione di Albiol, che nel tentativo di anticipare Okaka mette fuori causa Andujar infilando la propria porta. I padroni di casa non accusano il colpo e cercano di riequilibrare la contesa nell’immediato con Callejon innescato da Higuain, ma  sul tentativo dello spagnolo è bravo Viviano a deviare in angolo. La mole offensiva degli azzurri cresce a dismisura, ma senza trovare il giusto premio. Il meritato pareggio è, però, nell’aria e arriva al 30’ grazie ad una topica di Viviano su tiro non certo irresistibile dell’ex al veleno Gabbiadini. L’estremo doriano si lascia letteralmente sfilare il pallone tra le gambe per il pari dei partenopei. Passano solo quattro minuti e il Napoli capovolge il risultato con Higuain. L’argentino scambia di veloce con Gabbiadini e sfodera un destro terrificante che muore alle spalle del portiere ospite. Nel finale di prima frazione David Lopez manca il terzo gol per questione di millimetri. Neanche il tempo di ripartire e il Napoli trova il terzo sigillo al secondo minuto della ripresa grazie alla determinazione di Insigne, che prima intercetta palla su De Silvestri e poi con un tiro a giro strepitoso lascia di sasso Viviano. A risultato ormai acquisito il Napoli cala di giri e contiene la reazione blucerchiata con grande qualità e sagacia tattica. All’81 Hamsik conquista il rigore che Higuain trasforma per il 4-1. Le emozioni non finiscono perché al minuto ottantotto è Muriel ad aggiornare i tabellini con una bordata improvvisa da oltre venti metri. Al triplice fischio il boato del San Paolo chiude una serata da sogno per il Napoli che ora è a soli due punti dalla Roma.

  •   
  •  
  •  
  •