Roma, Doumbia ora è un caso

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

doumbia

Arrivato negli ultimi giorni del mercato invernale per 14 milioni di euro più bonus, Seydou Doumbia doveva essere il giocatore in grado di risolvere i problemi in zona gol dei giallorossi ed il rimpiazzo ideale del mai amato Mattia Destro. Un giocatore pronto, agile, con il fiuto del gol e la giusta esperienza in ambito europeo: questo si diceva di lui al suo arrivo, posticipato agli inizi di febbraio causa finale di Coppa d’Africa. Due mesi e mezzo dopo il suo arrivo nella Capitale Doumbia non è ancora pervenuto: 8 presenze complessive (7 in campionato e 1 in Europa League) e zero gol; numeri inquietanti per l’ivoriano che sembra ancora in ritardo di condizione e, più in generale, fuori dal contesto Roma. Soltanto due le gare iniziate dal primo minuto, contro Parma (al debutto) e Cesena, e praticamente zero palloni toccati.

Come se non bastasse gira sul web un video amatoriale di un tifoso che mostra Doumbia immobile nel riscaldamento a bordo campo durante il secondo tempo di Inter-Roma. L’attaccante ex Cska Mosca si limita a fare un pò di stretching, distratto e senza voglia. I tre milioni di euro di stipendio annui e il costo del cartellino pagato alla società russa sono uno schiaffo alla miseria e oggi più che mai, dunque, Doumbia è un caso. La società giallorossa sta valutando l’ipotesi di una cessione già nel mercato estivo, ovviamente con una forte minusvalenza rispetto alla cifra pagata appena tre mesi fa. Del resto Doumbia non potrà assolutamente essere il centravanti titolare di una Roma che l’anno prossimo dovrà riscattarsi da una stagione al di sotto delle aspettative di inizio campionato: serve un giocatore con caratteristiche diverse. Nel frattempo (in attesa del mercato che verrà) se l’ivoriano si mettesse in testa di cominciare a giocare almeno ai livelli di Mosca i tifosi della Roma gliene sarebbero senz’altro grati.

  •   
  •  
  •  
  •