Roma, in estate sarà rivoluzione: da chi ripartire?

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

roma

Una stagione che, nelle previsioni, doveva essere quella del riscatto sulla Juventus e della definitiva consacrazione in Italia sta diventando per la Roma una lenta agonia, verso un capolinea senza certezze. A sette giornate dalla conclusione del campionato i giallorossi affiancano gli odiati concittadini della Lazio al secondo (terzo) posto, lontani quindici punti dalla Juve, quella che doveva essere la vera rivale della stagione. Un gioco (?) lento, brutto, senza movimenti in profondità  e senza uno straccio di sovrapposizione ha portato la squadra allenata da Garcia a dilapidare un vantaggio di sedici punti sui biancocelesti. Ora che neanche la qualificazione diretta ai gironi di Champions sembra certa (ed occhio al Napoli in chiave terzo posto) è arrivato il momento dei processi, quelli veri, e della lista dei bocciati e dei promossi per la prossima stagione che per forza di cose dovrà essere ben diversa da quella vista quest’anno.

Leggi anche:  Il procuratore Giovanni Branchini su Cutrone: "A Firenze lo stanno trattando male"

Il presidente Pallotta sembra voler ripartire da Rudi Garcia che quindi con ogni probabilità sarà l’allenatore della Roma anche nella prossima stagione (ma molto dipenderà anche dal piazzamento finale.) Il tecnico francese non è stato soddisfatto del mercato estivo e soprattutto di quello invernale e vorrebbe carta bianca per il prossimo mercato. Da valutare cosa deciderà di fare il direttore sportivo Walter Sabatini che si è preso le responsabilità degli errori nel mercato di gennaio: Pallotta è intenzionato a confermare anche il ds che deciderà autonomamente il suo futuro.
Per quanto riguarda i calciatori è lunga la lista dei probabili partenti: in bilico ci sono Maicon (probabile risoluzione consensuale), la coppia dei centrali Astori e Yanga Mbiwa, Ashley Cole (2,5 milioni di euro d’ingaggio per starsene comodamente in panchina), Paredes, Ucan e Ibarbo. Le partenze illustri dovrebbero essere quelle di Miralem Pjanic, seguito dal Barcellona e apparso stanco del mondo Roma, e Adem Ljajic che ha mercato in Germania; da monitorare il riscatto della seconda metà del cartellino di Nainggolan e la situazione Doumbia, per il quale non si esclude una cessione già a giugno. Inoltre tornerà Destro, che però non rientra nei piani di Garcia per la Roma del futuro. Da chi ripartire quindi? Manolas, Castan, Strootman, lo stesso Nainggolan, Florenzi ed Iturbe, che pure ha deluso molto nella stagione in corso, sono i giocatori sui quali gettare le basi per costruire la Roma del prossimo anno, che dovrà essere migliore, e di molto, rispetto a quella vista quest’anno.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: