Atalanta Lazio 1-1: i biancocelesti sbattono sugli ex Biava e Reja

Pubblicato il autore: Redazione Segui

atalanta lazio

Atalanta Lazio finisce 1 a 1 e non è un punteggio che farà felici i tifosi biancocelesti: grazie alla contemporanea vittoria della Roma sul Genoa per 2 a 0, infatti, i giallorossi hanno scavalcato nuovamente la Lazio in classifica, portandosi a 64 punti contro i 63 degli uomini di Pioli. E, diciamolo, alla Lazio poteva anche andare peggio, visto che il pareggio sta un po’ stretto alla squadra guidata da Reja. Già, Reja, allenatore della Lazio per tante recenti stagioni, ha saputo ben imbrigliare la sua ex squadra soprattutto a centrocampo, impedendo che alle punte biancocelesti arrivassero i giusti rifornimenti. A proposito di ex, il vantaggio dell’Atalanta è stato firmato da Biava, con un colpo di testa su calcio d’angolo al minuto 49. La Lazio ci ha messo un bel po’ a riorganizzarsi e ha trovato il pareggio al settantasettesimo minuto con un’acrobazia di Parolo anch’egli su calcio d’angolo. Per il centrocampista sono adesso 9 i gol in campionato, record personale battuto. Dopo il pareggio entrambe le squadre sono parse accontentarsi e non si sono più viste grandi occasioni. Da segnalare, per la Lazio, il ritorno in campo di Djordjevic, assente per infortunio dal 24 gennaio. L’Atalanta adesso è quasi salva, avendo nove punti di vantaggio sul Cesena quando ormai mancano solo 4 partite al termine della stagione. Per i giocatori biancocelesti, invece, i due punti persi in Atalanta Lazio pesano come un macigno e a fine campionato potrebbero anche risultare decisivi nella corsa al secondo posto: ora la Roma è davanti e in pochi ci avrebbero scommesso, visto che la Lazio nelle ultime tre partite ha affrontato Chievo, Parma e Atalanta. Dovevano essere 9 punti teorici, ma alla fine sono stati soltanto 5. Una frenata difficile da digerire per tutti i tifosi, soprattutto perché ha portato la Roma a +1.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: tutti i colpi della sessione invernale 2021