Cessione Milan, Berlusconi: “Resterò presidente e potrei tenere il 51%”

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

cessione Milan

Le trattative per la cessione del Milan si fanno sempre più intense e oggi per la prima volta il patron Silvio Berlusconi ha parlato ufficialmente sulla questione. L’ex Presidente del Consiglio ha incontrato questa mattina Bee Taechaubol (Mr Bee) ed è stato intercettato dai giornalisti fuori dall’hotel Park Hyatt. Poco dopo anche l’imprenditore thailandese ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa e la sensazione che sia lui l’unico acquirente e che l’affare stia ormai per chiudersi nell’arco dei prossimi giorni.

Cessione Milan, Berlusconi: “Potrei tenere la maggioranza, lavoro per il bene del club. Rimarrò presidente”

Ci siamo dati un nuovo appuntamento futuro per definire la questione.  – ha dichiarato Berlusconi – La mia più grande preoccupazione è dare una garanzia che la nuova situazione possa riportare il Milan all’altezza del suo glorioso passato. Ho trovato in Mr Bee una persona seria che ha rispettato tutti gli adempimenti tecnici relativi alla stesura del contratto. Siamo diventati amici, pensiamo di poter far buone cose. Lo ringrazio per quanto ha voluto fare mettendosi a disposizione. Il brand Milan è uno dei più conosciuti e potrà avere una commercializzazione anche nei paesi asiatici. E’ un giorno che va in direzione futura, è il momento dell’incontro e dell’approfondimento di vari temi. Quote maggioranza? E’ tutto in discussione, c’è la possibilità che io possa mantenere il 51%. Tempistiche? Non lo so, l’importante è che il Milan possa avere le disponibilità per tornare protagonista in Italia, in Europa e nel mondo. E’ un qualcosa che esce assolutamente da quelli che sono i normali rapporti con i partner commerciali, per me è sempre stato un affare di cuore. Io comunque resterò presidente“.

Leggi anche:  Il procuratore Giovanni Branchini su Cutrone: "A Firenze lo stanno trattando male"

Poco dopo Bee Taechaubol ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Ringrazio il presidente per l’opportunità. Per me è un grande onore, servirà ancora del tempo per lavorare sui dettagli“.

Cessione Milan: l’offerta di Mr Bee

E’ confermato che dietro a Mr Bee ci sia una cordata composta da Ads Securities, società di trading con sede ad Abu Dhabi che ha tra i suoi investitori anche Nasser Al-Khelaïfi (proprietario del Paris Saint Germain), la banca centrale cinese China Citic Bank e il fondo d’investimento Doyen Sports. In questi giorni si è parlato di un’offerta di 500-550 milioni di euro per acquistare quote del Milan tra il 51-60%. Nel precedente incontro Berlusconi avrebbe chiesto a Bee Taechaubol rassicurazioni sul fatto che, in caso di cessione, la nuova dirigenza investa tra 70 e 100 milioni sul mercato nella sessione successiva alla chiusura dell’affare. Inoltre, Doyen Sports avrebbe proposto di cedere alcuni suoi giocatori in prestito gratuito per due anni. Il fondo gestisce il cartellino di talenti come Radamel FalcaoGeoffrey Kondogbia. Per ora si tratta solo di rumors ma le ultime notizie lasciano prevedere che Berlusconi cederà comunque la maggioranza del club e manterrà ancora per il qualche anno il ruolo di presidente con una delega speciale per la gestione del progetto stadio e del settore marketing, aspetto di cui si occuperà la figlia Barbara. Un nuovo incontro tra le parti era previsto per lunedì prossimo ma pare che l’imprenditore thailandese tornerà stasera a Bangkok e si risentirà con l’ex Cavaliere al telefono nei prossimi giorni.

  •   
  •  
  •  
  •