Cessione Milan: ci sono un thailandese, un cinese e un italiano

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

cessione milan

Per il Milan il campionato è ormai una pratica che si spera si concluda nel più breve tempo possibile e ormai tutta l’attenzione è concentrata sulla possibile cessione del club. Al momento Bee Taechaubol (Mr Bee) pare sia in vantaggio sugli altri acquirenti. L’imprenditore thailandese ha incontrato Silvio Berlusconi in diverse occasioni e sarebbe disposto ad acquistare anche una quota di minoranza (49%), cosa che permetterebbe all’ex Cavaliere di rimanere presidente come promesso qualche giorno fa. Sebbene l’affare sembrasse ormai chiuso, tanto che Mr Bee ieri ha dichiarato che le trattative sarebbero arrivate al capolinea entro “due o tre settimane”, pare ci sia stato un rilancio della cordata cinese guidata da Richard Lee (Mr Lee). In un comunicato Fininvest ha dichiarato che Bee Taechaubol è l’unico con il Milan sta trattando ma potrebbe non essere proprio così.

Cessione Milan: Mr Lee punta alla scalata con Mr Pink, Wanda Group e un misterioso imprenditore italiano

Secondo quanto riferisce la Gazzetta dello Sport, questo sabato Berlusconi avrebbe  incontrato ad Arcore l’emissaria di Richard Lee, ribattezzata Mrs China o Mrs X, che si sarebbe presentata senza alcun preavviso. Al tavolo pare si sia seduta anche Licia Ronzulli, ex europarlamentare di Forza Italia che ha il compito di mediare fra venditore ed acquirente. Nel dettaglio la cordata di Mr Lee si offre di acquistare inizialmente il 30-40% del club di via Aldo Rossi, arrivando poi al 70% entro 3-4 anni. Per avviare la scalata sarà creato un apposito fondo a cui parteciperanno diversi investitori. Tra questi figurano Zong Qinghou di Wahaha Group (Mr Pink), Wang Jianling di Wanda Group e un imprenditore lombardo ancora anonimo che opera nel campo del lusso, in particolare in Russia ed Estremo Oriente. Quest’ultimo sarebbe un nome molto apprezzato da Berlusconi e potrebbe far parte dell’assetto societario rossonero in caso di cessione. Ovviamente, la scelta finale spetterà all’ex Cavaliere, che agli amici avrebbe confidato di essersi “preso tempo per decidere”.

Cessione Milan: cosa cambia con Mr Bee

Mentre Berlusconi decide a chi affidare la futura gestione del Milan, ecco come potrebbe essere l’aspetto tecnico del club con l’arrivo di Mr Bee. E’ ormai certo che Filippo Inzaghi non sarà più l’allenatore dei rossoneri. Il sogno dell’imprenditore thailandese è quello di un ritorno in panchina di un idolo dei tifosi ma i nomi più fattibili sono quello di Unai Emery del Siviglia, che pare abbia già dato il suo consenso, e di Julen Lopetegui del Porto. Entrambi i tecnici sono legati al fondo Doyen che partecipa alla cordata capitanata da Mr Bee. Per quanto riguarda la rosa, pare che l’evoluzione delle trattative abbia spinto diversi procuratori a contattare l’ad Adriano Galliani. Mino Raiola avrebbe chiamato per proporre il ritorno di Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante svedese mal sopporta la Ligue 1 e sua moglie non ha mai nascosto di preferire Milano a Parigi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: