Il Milan osserva Emery e Mr Bee fa irritare Berlusconi

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

milan

Il Milan ha bisogno di una rivoluzione dal punto di vista tecnico e societario e la sconfitta di ieri con il Napoli (3  – 0 con un uomo in mino dal primo minuto) lo ha confermato. Mentre continuano le trattative tra Silvio Berlusconi e Bee Taechaubol (Mr Bee), il club di via Aldo Rossi sta già guardano al futuro. L’allenatore Filippo Inzaghi ha implicitamente confermato che l’anno prossimo non siederà sulla panchina rossonera e Adriano Galliani sta già cercando un nuovo tecnico. Secondo quanto riferisce Tuttosport il nome più caldo è quello di Unai Emery, attualmente al Siviglia.

Milan: Emery osservato speciale in Europa League

Il quotidiano sportivo di Torino afferma che il Milan manderà i suoi osservatori a studiare Emery durante le due sfide fra Siviglia e Fiorentina nella semifinale di Europa League (7 – 14 maggio 2015), trofeo che il tecnico turco ha vinto alla guida della squadra spagnola nel 2014. Emery era già stato contattato dal Milan la scorsa primavera ma aveva rifiutato la proposta rossonera per riconoscenza nei confronti del presidente José Castro Carmona. Inoltre, una relazione sull’allenatore era arrivata sul tavolo di Galliani nella gara casalinga contro il Villareal e il responso sarebbe stato positivo.

Emery è legato al fondo Doyen Sports, che fa parte della cordata guidata da Mr Bee, e ha un contratto che scadrà il 30 giugno 2016. Il tecnico turco ha fatto sapere che non rifiuterà una seconda offerta del Milan e potrebbe liberarsi per un cifra intorno al milione di euro. In caso di vendita del club a Mr Bee, si vociferava di un clamoroso ritorno di un idolo dei tifosi sulla panchina rossonera.

Cessione Milan: Mr Bee irrita Berlusconi ma la trattativa continua

Mentre il Milan tiene sotto osservazione Emery, continuano le trattative per la cessione del club. Mr Bee ha presentato la sua offerta a Berlusconi e tutti gli indizi portano ad una prossima chiusura dell’affare. L’ex presidente del Consiglio ha dichiarato che l’imprenditore thailandese è “una persona seria” e ha confermato che rimarrà presidente del Milan. Bee Taechaubol non ha l’esclusiva sull’affare (la cordata cinese guidata da Wang Jianlin di Wanda Group e Zong Qinghou/Mr Pink vorrebbe acquistare quote del club per entrare nel progetto stadio) ma pare che rimanga l’interlocutore privilegiato. Oggi però i rapporti fra le due parti potrebbero essere meno positivi rispetto al passato.

In una intervista al quotidiano Goal, Mr Bee ha confermato la sua volontà di acquistare il Milan (“ho sempre pensato: o investo sul Milan, oppure nulla“)” ma alcune sue dichiarazioni pare abbiano dato fastidio a Berlusconi e potrebbero dare una brusca alla trattativa. Intercettato dai giornalisti all’aeroporto di Bangkok, l’imprenditore thailandese ha dichiarato: “L’accordo con il Milan si dovrebbe chiudere nel giro di 2-3 settimane. Stiamo parlando di questioni legali con gli avvocati. Una volta concluso l’accordo inizieremo a riorganizzare la squadra per vincere. Non posso ancora parlare di dettagli, prima dobbiamo chiudere l’affare, siamo in fase di negoziazione“.

  •   
  •  
  •  
  •