Il rimpianto di Icardi “Quei 4 gol fondamentali per classifica marcatori ed Europa League”

Pubblicato il autore: Carlo Perigli Segui

icardi

A fine stagione quattro gol possono fare la differenza. Sopratutto se la palla è entrata ma l’arbitro, a torto o a ragione, non ha convalidato la rete. Icardi ci pensa ancora, e in un’intervista a Inter Channel esprime il suo rammarico. Già, perchè con quei gol l’Inter si sarebbe qualificata per l’Europa League, mentre lui ora guarderebbe tutti dall’alto del primo posto nella classifica marcatori. Ma se il primo obiettivo è eccessivamente legato agli eventi, il secondo è ancora a portata di mano.

ICARDI: ESSERE TRA I MIGLIORI BOMBER DELLA SERIE A È UN SOGNO

Un’eventualità che a Icardi non dispiacerebbe affatto: “Ci penso, spero di fare il meglio – ha dichiarato a Inter Channel l’attaccante argentino. Per un attaccante giovane come me poter essere nell’elite dei bomber della Serie A è fantastico e un attaccante questo deve fare. Toni ha il doppio della mia età, ma come Tevez ha fatto bene. Ora si incontrano nell’ultima partita, spero che non facciano entrambi gol. Esultanza particolare se vincerò la classifica cannonieri? No, non ho preparato nulla. Se riesco a vincere, qualcosa farò“.

IL RIMPIANTO DI ICARDI: “QUATTRO GOL ANNULLATI, SPERIAMO NON RICAPITI “

Venti reti, a voler contare anche quelle annullate 24. “A Genova mi hanno annullato due gol e uno era buono…Quest’anno siamo già a quattro, speriamo non ricapiti“. Gol che avrebbero fatto comodo per la qualificazione in Europa League, ormai attaccata ad una sconfitta – in campo – della Samp con il Parma e ad un’altra – fuori dal campo – del Genoa, che attende di sapere l’esito del ricorso presentato all’Uefa. “È giusto credere fino alla fine all’Europa. Dobbiamo cercare i tre punti, non si sa mai cosa può succedere. Fino al 90′ saremo lì, per fortuna abbiamo questa minima possibilità e speriamo di prenderla. Non abbiamo fatto bene, ma è l’ultima partita, c’è la nuova maglia e noi dobbiamo iniziare da questa gara per costruire l’anno prossimo“.

  •   
  •  
  •  
  •