Interviste biancocelesti postgara Sampdoria Lazio. Gentiletti, Candreva, Berisha e Pioli: “Con la Juventus ce la giochiamo”

Pubblicato il autore: Carmine Errico Segui

intervista biancocelesti sampdoria lazio

Dopo il big match Sampdoria e Lazio di stasera, gara di fondamentale importanza per la lotta alla Champions ed Europa League, alcuni dirigenti e calciatori delle squadra capitolina hanno raccontato ai cronisti presenti allo stadio le proprie impressioni sul match disputato. Queste le parole dei giocatore della Lazio rilasciate nelle interviste postgara Sampdoria Lazio.

CANDREVA A SKY

Bella e importante vittoria…
Si, proprio così. Siamo contenti per Gentiletti, se lo merita . Era una gara difficile, qui solo la Juventus ha vinto e noi abbiamo meritato di portare a casa i tre punti

Come arrivare al questo momento decisivo della stagione?
Arriviamo bene, siamo fiduciosi, stiamo bene fisicamente e siamo umili. Questa è la nostra forza

CANDREVA IN ZONA MISTA

Una vittoria meritatissima visto il torto subito domenica scorsa, siamo stati sfortunati a prendere il gol in contropiede contro l’Inter, ma oggi abbiamo meritato di vincere. Qui a Genova contro la Sampdoria aveva vinto soltanto la Juve. Ci siamo complicati il cammino perdendo punti facili, però ora meritiamo questo posto in classifica. Tante persone ci vogliono fuori dalla Champions, però noi lo meritiamo e lo abbiamo dimostrato con le prestazioni. Mercoledì bisognerà dare più del 100%, affronteremo una grande squadra, sia in Italia che in Europa. Il derby? Ci pensiamo, però siamo abituati a preparare partita dopo partita, ora c’è la finale di Coppa Italia che vale un trofeo, ce la siamo meritata e ora dobbiamo giocare. Qui a Genova a inizio campionato avevamo fatto una grande prestazione, ma perdemmo. Ero abbattuto come tutti i miei compagni, faceva male e venivamo da altre sconfitte. Oggi meritiamo questa classifica dopo nove mesi di duro lavoro. Se abbiamo riconquistato l’affetto del pubblico? Assolutamente sì, a maggio faccio tre anni e mezzo di Lazio e quest’anno fa venire i brividi osservare l’Olimpico”.

CANDREVA A LAZIO STYLE CHANNEL

Stiamo bene. L’importante era vincere questa partita molto dura, in un campo dove ha vinto solo la Juventus.  Come la Samp combatteva per l’Europa, noi stavamo combattendo per la Champions. Santiago non può festeggiare meglio di così il suo ritorno in campo dopo tutto quello che ha subito. Per noi è un leader, questa sera ha fatto una grandissima prova. Si merita questo e molto altro. Il nostro campionato continua. Noi non dobbiamo mettere pressione su nessuno, facciamo il nostro cammino, quel che fanno gli altri ci interessa relativamente poco. Dobbiamo mettercela tutta per meritarci il secondo posto, perché ce lo meritiamo veramente. Con Felipe ci siamo allenati così, per scambiarci e non dare punti di riferimento”.

CANDREVA A MEDIASET PREMIUM

Il pensiero deve essere solo positivo nell’affrontare queste due partite che arriveranno. Prima la Coppa Italia, poi il derby. Le polemiche? Noi ci siamo già passati, ora guardiamo avanti. La trattenuta non l’ho comunque rivista. Che Candreva è? Oltre i record conta dove arriverà la squadra. Questo è l’anno giusto per la Champions”.

PIOLI A LAZIO STYLE CHANNEL

La tappa di questa sera era fondamentale e i ragazzi hanno dato una risposta importante, hanno sofferto e lottato fino alla fine, complimenti a loro. Adesso ci attende la finale di Coppa Italia, ce la siamo meritata, siamo partiti, in questa competizione, ad agosto. Pensiamo a recuperare energie, ma i miei ragazzi stanno bene. Mercoledì ci vorrà la partita perfetta perché la Juventus è la miglior squadra d’Italia e almeno la seconda in Europa. Ci vorrà tanto lavoro, non abbiamo mai pensato che ci sono partite impossibile, metteremo in campo il massimo, giocheremo davanti i nostri tifosi e proveremo a vincere la partita. Questa sera non ero più carico del solito, vivo molto le partite, cerco di stare vicino ai giocatori, di aiutarli a esprimere al meglio il loro potenziale. Ho sempre sostenuto che sono due i fattori importanti per fare qualcosa d’importante: i valori e gli atteggiamenti, noi li abbiamo entrambi. I ragazzi venivano dalla mazzata di domenica scorsa ma il gruppo ha reagito in maniera positiva, la risposta è stata importante, abbiamo raggiunto un obiettivo, volevamo arrivare agli scontri diretti per competere per qualcosa di prestigioso, e così sarà. Abbiamo dieci giorni da vivere con grande entusiasmo e positività con la voglia di giocare le ultime tre partite da Lazio. Gentiletti? Si merita questa grande soddisfazione per quello che ha passato . Ad inizio settimana non ero certo ma negli ultimi giorni l’ho visto bene. Prima del match gli ho detto che ha interrotto il suo cammino a Genova e che questa sera avrebbe dimostrato il suo valore”.

Leggi anche:  Lukaku: "Inter, faremo grandi cose. Inzaghi ottimo allenatore"

PIOLI IN CONFERENZA STAMPA

Sulle poche ammonizioni in vista del derby
Sinceramente non ci avevo pensato ai diffidati. Quando ho detto che le prossime partite erano allo stesso livello del derby era la verità“.

Sulla Samp
Ci ha messo in difficoltà, ha giocato una partita vibrante e fisica. Hanno le possibilità di vincere le prossime partite. E’ un avversario tosto e Mihajlovic ha fatto un gran lavoro“.

Sul fatto di aver ritrovato la Lazio di Pioli
Devo dire che la Lazio ha dato una grande risposta. Non era facile perchè domenica sera eravamo usciti dal campo con molta delusione e la squadra ha saputo trasformare questa delusione e ho avuto una grande reazione. Bisogna esser soddisfatti. Chiudiamo il discorso campionato e pensiamo alla finale di campionato“.

Sulla settimana
L’abbiamo conclusa bene. Sapevo di non avere a disposizione i miei centrali. Gentiletti l’ho visto molto bene negli ultimi giorni. E’ un giocatore che non vedeva l’ora di tornare in campo. Era il destino”.

Sulla vittoria con la Samp
I miei giocatori hanno saputo lottare, abbiamo provato a fare la partita e per larghi tratti ci siamo riusciti bene. Abbiamo avuto un pizzico di fortuna e per vincere gare come queste ce n’è bisogno. Noi volevamo che gli ultimi due scontri diretti fossero decisivi. Abbiamo fatto una grande prestazione“.

PIOLI ALLA RAI

Non era facile per noi oggi. Abbiamo dimostrato grande compattezza, voglia e abbiamo vinto. Adesso le ultime due partite saranno scontri diretti importanti. Quello di oggi non era un campo facile, qui aveva vinto solo la Juve. Una vittoria difficile ma bellissima e importante. Gentiletti? Santiago ha caratteristiche uniche in questa squadra. E’ un leader, sa costruire il gioco e ha personalità. Siamo felicissimi del suo rientro, non ha mai smesso di lavorare e ci darà ancora una mano nel finale di stagione. Mercoledì abbiamo la finale di Coppa Italia contro la Juventus, raggiunta dopo un percorso incredibile. Ce la vogliamo giocare al massimo. I giocatori hanno dato il massimo fin da subito, mettendosi da subito a nostra disposizione. Vogliono andare fino in fondo e provare a raggiungere tutti gli obiettivi.”

PIOLI  A MEDIASET PREMIUM

Leggi anche:  Diretta tv in chiaro SPORTITALIA? Dove vedere amichevole Lazio-Padova in streaming gratis

Mi sto godendo tutte le nostre vittorie: abbiamo lavorato tanto ed adesso stiamo raccogliendo il frutto del nostro lavoro. Abbiamo battuto una squadra che in casa aveva perso sono con la Juventus, è una vittoria importante che ci permette di arrivare al meglio ai prossimi scontri diretti. La Samp è una squadra con qualità. ma i miei ragazzi hanno risposto alla grande. Potevamo uscire malconci dalla sconfitta con l’Inter della settimana scorsa, invece il mio gruppo ha dimostrato di essere una squadra unita e compatta. Adesso ci aspetta una finale di Coppa Italia meritata, giochiamo contro la squadra più forte d’Italia: ce la vogliamo giocare. un giudizio su Mazzoleni? Non voglio dare giudizi sull’arbitro, parlo solo della mia squadra. Abbiamo vinto con merito questa sera. Il derby con la Roma? Prima dobbiamo pensare alla finale di Coppa Italia. Purtroppo siamo stato penalizzati dal cambiamento di data della finale, dobbiamo prepararci al meglio. Per battere la Juventus servirà una partita perfetta. La finale di Coppa Italia porterà via energie? Se era stata programmata il 7 giugno un motivo ci sarà. La Lazio ha tutte le qualità per vincere il derby“.

PIOLI A SKY

Che bella la storia di Gentiletti…
Il giusto premio per un ragazzo sfortunato che ha lavorato tanto per esserci oggi

Che segnali le ha dato la squadra?
È stata una partita determinante, era una gara importante e i ragazzi hanno dato una grande risposta. Meritiamo di aggiungere il massimo possibile in questo campionato, qui ha vinto solo la Juve e noi. La finale di Coppa Italia è meritata, giochiamo contro i più forti di Italia ma abbiamo le nostre carte da giocare

Quanta paura le fa questa Juve che batte l’Inter con le riserve?
Tanta, oggi è stata solo un’altra dimostrazione. Poi possono vincere altre due coppe, noi dobbiamo fare la gara perfetta per vincere. Ce le giocheremo con la nostra filosofia di gioco ma dobbiamo fare una grandissima gara

Lazio diversa tatticamente?
Io non ho mai creduto in un solo modulo, credo nei principi e nello spirito e nella mentalità . Siamo bravi a difendere e ad attaccare tutti senza dare riferimenti all’avversario. Quel che conta è voler fare sempre la partita. Questa stagione è solo l’inizio, sognavamo questo finale di stagione e ora ce lo giocheremo tutto.

Avete una grande condizione fisica ma dovete gestire meglio le forze…
Su questo abbiamo costruito la stagione, ma possiamo sempre migliorare. Abbiamo tenuto un grande ritmo contro una squadra che ha la nostra stessa mentalità aggressiva e offensiva. Dobbiamo saper gestire meglio certi momenti, capire quando rifiatare e imparare ad addormentare ogni tanto la gara

Non regolare il gol di Gentiletti per una spinta di Klose?
Non mi lamento mai sia nel bene che nel male, ma penso solo che meritavamo di vincere, noi possiamo incidere sul modo di giocare e quello abbiamo fatto

GENTILETTI A LAZIO STYLE CHANNEL

Leggi anche:  Dove vedere Monza-Juventus in tv e in streaming, Trofeo Berlusconi 31 luglio 2021

Rientrare in campo era possibile. L’ho detto al mister oggi, mi sentivo bene. E poi, segnare nello stesso stadio dove mi sono infortunato è stato emozionante. Sono uscito dal campo perché avevo cominciato ad avere dei crampi al polpaccio. Comunque stavo in campo da tanto per gli standard di un infortunato che rientra in campo, quindi abbiamo deciso con il mister per il cambio. Sono stato molto contento, quando un giocatore gioca, non c’è altro. Un po’ incredibile che la Lazio non aveva ancora segnato con un difensore. Adesso dobbiamo pensare sempre positivamente, ed affrontare la Juventus. Sono contento di essere di nuovo con i miei compagni. Stiamo bene, andiamo avanti”.

GENTILETTI A MEDIASET PREMIUM

Credo nelle favole. Sono tornato, mi serviva giocare. Abbiamo vinto con un mio gol, è bellissimo. La dedica è per mio figlio, che è stato sempre con me come tutta la mia famiglia. Stavo bene, grazie a Dio sono arrivati i 3 punti. Ho fatto gol con il ginocchio, ma è regolare. La Roma? Non ci pensiamo, pensiamo alla Juventus, poi ai giallorossi. Io come mi sento? Sto bene, alla fine ero solo stanco”.

GENTILETTI A SKY AL 90′

Credi nel destino? Qui ti sei fatto male, qui sei rinato…
Mi sentivo bene per giocare, ho detto al mister che volevo giocare e ho fatto anche un gol in uno stadio dove è difficile vincere

Grande risposta della squadra stasera…
Abbiamo giocato bene, loro hanno fatto pochi tiri in porta e noi potevamo vincere di più- Ora siamo tranquilli e pensiamo solo alla Juve

Testa alla Juventus, ma anche al derby?
Pensiamo prima la Juventus, poi alla Roma

BERISHA A LAZIO STYLE CHANNEL

Sono contento per questa vittoria, abbiamo dimostrato che siamo una grande squadra che fa di tutto per vincere la partita. Contro la Sampdoria era difficile ma siamo riusciti a portare a casa i tre punti. Abbiamo sofferto cinque minuti ma siamo stati bravi a mantenere le posizioni e alla fine è andata bene. Abbiamo difeso bene, tutto è andata come l’avevamo preparata. Gentiletti ha giocato molto bene, è stato fuori per tanto tempo quindi quando ha segnato sono stato molto contento, quando gioca da fiducia, in queste partite abbiamo bisogno di tutti i giocatori che infondono sicurezza. Mercoledì ci sarà la finale, sarà speciale, ce la siamo meritata sul campo, contro la Juve sarà difficilissima ma è sempre una finale”.

  •   
  •  
  •  
  •