Juventus Campione d’Italia: 4° consecutivo e il sogno continua…

Pubblicato il autore: Samuela Rubino Segui

JUVENTUS CAMPIONE D'ITALIA

Game over! JUVENTUS CAMPIONE D’ITALIA.
Lo scudetto per il 4° campionato consecutivo è bianconero e sarà sulla maglia della Juventus, e dalla prossima stagione anche con le 3 stelle a seguito. E’ questo il verdetto del campo, la squadra di Allegri con un grande gruppo fatto di grandi uomini prima, conquista altri 3 punti decisivi al “Ferraris” dove la Sampdoria non aveva mai perso in questa stagione e dà il via alla festa; festa però alquanto limitata visto il prossimo e decisivo impegno che aspetta la Juventus in Champions contro il Real Madrid. Allegri è stato bravo a gestire un gruppo che seppur in tasca aveva delle vittorie, è rimasto sempre affamato di successi e voglioso di dimostrare il suo valore a tutti, quest’anno ancora di più con la semifinale di Champions League raggiunta. La Juventus con #4Ju33 rende potagonisti i tifosi e dedica loro questa straordinaria vittoria. Merito a mister ALLEGRI capace di trasformare gradualmente una squadra secondo la sua visione di gioco ma merito anche ai singoli giocatori che hanno contribuito con lavoro costante e concentrazione a portare la Juventus ad ottenere questi successi.
JUVENTUS CAMPIONE D’ITALIA CON:
BUFFON monumentale, da anni continua ad essere il numero 1 indiscusso;
La difesa con BARZAGLI al top dopo l’infortunio, BONUCCI sempre più leader con piedi buoni capace di impostare e qualche gol al momento giusto, CHIELLINI perno della difesa, fatto di esperienza, EVRA bella sorpresa dopo un avvio un po grigio, lo swiss train LICHTSTEINER che non si è fermato un attimo di fare su e giù, giù e su; PADOIN jolly indiscusso.
POGBA, PIRLO, MARCHISIO e VIDAL centrocampisti impressionanti, decisivi e nei desideri di grandi club.
Per l’attacco invece un super TEVEZ che trascina la squadra con sé e con i suoi gol (20 in campionato, 28 tra tutte le competizioni) regala punti importanti per le vittorie, MORATA giovane promessa della Roja che ormai è diventato un piccolo grande campione, MATRI che sa di essere importante, specialmente per questa squadra, LLORENTE re leone che ruggisce al momento giusto.
Onore poi a tutti quelli che seppur in panchina per scelte tecniche, al momento giusto hanno fatto vedere la loro importanza nelle partite, vedi STORARO, PEPE, STURARO, MARRONE, COMAN e tutti gli altri.
JUVENTUS CAMPIONE D’ITALIA che quindi, dopo lo scudetto inaspettato 2011/12 con l’ imbattibilità della squadra , lo scudetto bis 2012/2013 senza il capitano Alessandro Del Piero e lo scudetto dei record 2013/14 con ben 102 punti, record europeo mai raggiunto da altri, porta a casa lo scudetto numero 33 (sul campo) e 4° consecutivo 2014/2015, mettendolo nella propria bacheca. Come definirlo quest’ultimo? scudetto della conferma, conferma di una Juventus che può ancora lottare fino alla fine e continuare a regalare gioie ai suoi tifosI. E se i sogni son desideri… quella coppa lì e quel Triplete……

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: