Keita: “Roma, voglio la Champions diretta. Juve-Barca? La chiave è Messi”

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

keita
Seydou Keita, centrocampista della Roma, ha rilasciato un’intervista al Mundo Deportivo, noto quotidiano spagnolo. Diversi i temi toccati: dalle sensazioni per il finale di stagione della Roma alla finale di Champions League tra Juventus e il Barcellona, sua ex squadra.

Ecco l’intervista completa rilasciata da Keita:
Come va a Roma?Mi trovo molto bene. Sono stato fermo per alcune settimane a causa di un problema al ginocchio, ma spero di giocare il derby contro la Lazio, lunedì pomeriggio. Ci giochiamo il secondo posto.
In questo momento avete un punto di vantaggio sulla Lazio con sei punti a disposizione. Siete vicini al traguardo Champions League. Non ve lo farete scappare, vero?Spero di no, voglio tornare a giocare in Champions League e possibilmente senza i preliminari in agosto. Se li evitiamo sarà molto meglio.
Come vede il Barcellona?Nei quattro anni in cui ho giocato lì, ma anche ora è sempre stato Lionel Messi a fare la differenza. La vittoria dei trofei dipende molto da lui.
Ora è ancora più completo. La sorprende questa cosa?Sinceramente no. Ho passato quattro anni con lui ed ho visto quanto è forte. Negli ultimi due anni era un pò calato, come tutto il Barcellona, ma ora sta tornando ai livelli che gli competono. Se lui sta bene è più facile ottenere più titoli, non solo la Liga.
Messi, Neymar, Suarez sono il miglior tridente?In questo momento sì. Hanno vinto la Liga ed ora hanno altre due finali. Segnano sempre loro.”
Cosa le trasmette questo Barcellona?Giocano sempre per vincere, è un club ed una squadra seria.

Il 6 giugno c’è Barcellona-Juventus. Lei conosce bene i bianconeri, quali sono i punti di forza e quelli deboli?Non ho la chiave, per questo non li abbiamo battuti. Sono fortissimi in difesa e nei contropiedi con Tevez. Personalmente credo che però il Barcellona sia più forte. Se Messi sta bene giocano 12 contro 11, lui è la chiave di tutto.
Consigli per la difesa blaugrana?Non fare errori vicino all’area di rigore, la Juve ha giocatori alti e veloci. Ma Luis Enrique saprà cosa fare e come fermarli.
Cosa ha sentito a Roma su Luis Enrique?E’ un allenatore molto serio nonostante sia giovane. Sa come separare il rapporto tra allenatore e giocatore. Poi, comunque, conta la qualità della rosa.
Totti cosa le ha detto su Luis Enrique?Non ne abbiamo mai parlato ma se volete glielo chiedo. A volte si creano problemi che non esistono.
Cosa dice ai tifosi catalani?Buona fortuna, li saluto. Spero che il Barcellona faccia il Triplete.”
Keita, dunque, apre ad una sua permanenza nella Capitale. Alla fine del campionato è previsto un incontro tra il procuratore del maliano, la dirigenza della Roma e lo stesso Keita per vedere se ci sono i presupposti per un rinnovo contrattuale che farebbe felici tutti.

  •   
  •  
  •  
  •