Menez: “Resto al Milan per riprendermi la Nazionale”

Pubblicato il autore: Matteo Testa Segui

milan

Jeremy Menez è stata forse una delle poche noti liete di questa travagliata stagione per il Milan. Il francese è il capocannoniere della squadra con 16 gol ma nonostante ciò in questi giorni si è parlato di un suo possibile trasferimento dopo appena una stagione in rossonero. In una intervista a Milan Channel, Menez ha confermato che non lascerà il club di via Aldo Rossi e ha espresso il desiderio di diventare un punto fermo del Milan. Inoltre, l’attaccante è convinto che giocando in rossonero abbia tutte le possibilità per riprendersi la Nazionale.

Menez: “Resto al Milan per dare il massimo, voglio riprendermi la Nazionale”

A livello personale,  – ha dichiarato Menez – la mia stagione è stata positiva ma potevo fare ancora meglio e spero di fare ancora di più l’anno prossimo. Il rapporto con i miei compagni è bellissimo, abbiamo un bel gruppo, peccato per i risultati che non sono arrivati“. “Si può migliorare ancora su tante cose,  – ha continuato l’attaccante – io mi trovo bene qui in rossonero e ho sentito cose che non mi piacciono, ma è il calcio e io continuerò a pensare a dare il massimo. Sono felice al Milan e cercherò di dare ancora di più l’anno prossimo. La squalifica? Stare fuori 4 settimane è duro, perché non è facile guardare le partite in tv e allo stadio, ma mi sono allenato bene e non vedo l’ora di tornare in campo per l’ultima partita“.

Infine, Menez ha parlato del compagno di squadra Philippe Mexes, che ancora non sa se gli verrà rinnovato il contratto, e della Nazionale francese. “Mexes? L’ho visto bene, all’inizio giocava poco, poi quando il mister l’ha messo in campo ha dato il massimo e ha sempre fatto bene, speriamo per tutti che l’anno prossimo rimanga. La Francia? Io sono venuto qui anche per ritrovare la Nazionale, io cerco di dare il massimo soprattutto per il Milan, ma anche per la Nazionale. L’anno prossimo ci sarà l’Europeo in Francia e io voglio andarci. Dobbiamo finire bene per la società, per i tifosi e per noi, poi andremo in vacanza e tornare con un’altra mentalità nella prossima stagione“.

  •   
  •  
  •  
  •