Ricorso del Genoa per Licenza Uefa, Preziosi: “Poche speranze di vincere”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

preziosi

E’ stato un Preziosi a 360 gradi quello che nel corso della trasmissione We Are Genoa su Telenord ha analizzato la situazione del Genoa. Tema principale il ricorso del Genoa per Licenza Uefa. Preziosi è stato leale e ha dato poche speranze ai tifosi riguardo alla possibilità di vincere il ricorso del Genoa per Licenza Uefa: “Credo di dire ai genoani in modo molto sincero che noi avremo poche chances. ‘ per un semplice motivo pur mettendo a posto tutto e dimostrando alla Uefa che abbiamo tutto a posto, abbiamo sempre il rischio che una terza parte possa fare un ricorso e contro quest’ultimo perderemmo comunque”.
Preziosi ancora sul ricorso del Genoa per Licenza Uefa ha commentato: “Molti dicono che sarebbe una beffa che la Sampdoria arrivasse dietro e poi si qualifichi: bene, vuol dire che era destino che ci andasse. Si dice anche che l’Inter o altre squadre presenterebbero il ricorso: ricorrerà certamente per un diritto che ha maturato poiché ha compilato tutto nel momento giusto gli adempimenti per la licenza”.
Il massimo dirigente rossoblù sul ricorso del Genoa per Licenza Uefa ha approfondito la situazione: “Noi abbiamo i documenti a posto, sia finanziari che formali. Abbiamo un difetto: i termini sono improrogabili. Per cui la Uefa di fronte a questo ricorso di una parte terza noi perderemmo. In tutti i casi noi cercheremo di vincere a Bergamo e con l’Inter. Avremo poi questo ricorso che sarà discusso credo nel fine settimana o al massimo lunedì: se non fosse accolto, ne presenteremo un altro. Noi comunque pensiamo prima a qualificarci. Non c’è nessun complotto contro il Genoa, non c’è nessuno che non ci vuole in Europa”.
Infine Preziosi per chiudere la vicenda del ricorso del Genoa per Licenza Uefa si è rivolto verso il pubblico rossoblù:” Eventualmente ci dovessimo qualificare e non partecipare chiederemo profondamente scusa ai genoani e cercheremo di rimediare, allestendo magari una squadra che ci dia maggiori soddisfazioni”.

  •   
  •  
  •  
  •