TORINO: riparte nel segno di Maxi Lopez: “voglio arrivare a doppia cifra con il toro”

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

lopez

Il  Torino che nascerà  parte nel segno di MAXI LOPEZ. “voglio arrivare a doppia cifra con il toro”

Partiamo dall’arrivo di Maxi Lopez nel mercato di Gennaio. La svolta della stagione del Torino parte soprattutto dopo il suo arrivo l’arrivo. Al Chievo probabilmente si staranno ancora mordendo le mani per averlo liberato così facilmente, in particolare modo, dopo la doppietta di ieri. Maxi Lopez riserva di Meggiorini al Chievo si trova a quota otto reti con la maglia del Toro che sommato a quello segnato con i veneti si arriva a 9 gol in stagione. Ieri lo stesso Maxi Lopez ha detto che: “voglio arrivare a doppia cifra con il toro” mancano 2 partite domenica a San Siro contro il Milan e poi l’ultima in casa contro il Cesena. I rossoneri di oggi non sono temibili e specialmente in difesa dove Maxi Lopez potrebbe avere partita facile. Il Cesena già in serie B, non si opporrà con i dovuti modi ad un campionato che purtroppo si è complicato lungo in cammino e non vorrà certamente rovinare la festa al popolo granata… anche perché la vittoria per i granata potrebbe servire per arrivare in Europa. Torneo non per tutti a quanto pare, perché alcune società sembra che non siano in regola a livello amministrativo, avvalorando sempre più quello che il sottoscritto scrive da due anni a questa parte, e che forse ora, e solo ora, il popolo granata si renda sempre più conto di avere una società sana e senza debiti. Magari tecnicamente meno forte, ma anche qui potremmo aprire un’ altro argomento. Quello che conta di più oggi, che il Torino si trova di nuovo tra le società più quotate di questo campionato,  e forse con qualche errore arbitrale in meno, e qualche partita nata male e finita peggio si poteva oggi, parlare di un altro Torino. Ma ecco le dichiarazioni dei protagonisti dopo la partita di ieri:

Le dichiarazioni del presidente Cairo: “ La stagione è stata eccellente anche perché a oggi abbiamo disputato cinquantuno partite, quindi è stata ovviamente una stagione molto ricca di appuntamenti.” Poi a proposito degli obiettivi: “ Il nostro obiettivo è di fare benissimo la prossima partita a San Siro con il Milan e poi chiudere facendo altrettanto bene davanti al nostro pubblico domenica trentuno maggio con il Cesena dopo di che faremo i conti e vedremo dove saremo e quanti punti avranno fatto gli altri. Certamente noi abbiamo disputato un campionato e un’Europa League eccellenti, siamo soddisfatti, ma dobbiamo chiudere bene con queste due ultime partite”. A proposito di Maxi Lopez poi ha detto: “ penso che per il rinnovo non ci siamo problemi, visto che abbiamo già un pre-accordo per il rinnovo, poi Maxi Lopez mi piaceva già prima di andare alla Samp al Milan. Penso che non commetteremo più errori dell’ultimo giorno di mercato come l’anno scorso”

Maxi Lopez: ” Dopo il primo gol non ho esultato per rispetto alla mia vecchia società, ma nel secondo avevo voglia di festeggiare sotto la curva. Questo è un gruppo che non molla mai, che cerca di andare sempre avanti. Per quanto riguarda l’Europa League non si sa mai, cercheremo di vincere poi faremo i conti, comunque un anno con l’Europa è molto più bello. Le immagini di Boca-River rappresentano un capitolo molto triste, è stato uno spettacolo che non fa bene al calcio.”

Maran: ” Abbiamo disputato una partita deludente che non ci appartiene. Non abbiamo dato il massimo e queste sono le conseguenze, comunque è stato solo un incidente di percorso. Non dobbiamo sentirci appagati dalla nostra stagione e dalla salvezza già conquistata, perché altrimenti incappiamo in una giornata storta come questa.”

Ventura: ” Già l’ho detto ma lo ripeto, Maxi Lopez non giocava nel Chievo ma era titolare a Barcellona. Lui non può essere un calciatore “normale”, perché di giocatori “normali” ne conosco tanti, ma deve diventare un protagonista. Se si mette a disposizione e in discussione potrà essere un giocatore fondamentale per noi.”

Silva: “Penso che oggi abbiamo fatto bene. Andiamo a San Siro per vincere, pensiamo che ancora che possiamo andare in Europa.”

Jansson: “Sono molto contendo e stanco prima partita dopo due mesi, sono uscito per stanchezza e poi faceva tanto caldo, adesso mancano due partite vogliamo tutte e due poi vediamo. Io sono molto contento qui a Torino Pronto per il prossimo anno.”

Appuntamento importante per domani, Martedì 19 maggio. Alle ore 13, presso lo stadio Olimpico con il ViToroDay. Uno dei principali sponsor del Torino Suzuki consegnerà tre nuovissimi modelli del SUV Vitara all’allenatore Giampiero Ventura e ai calciatori Glik e Peres. Alla cerimonia saranno presenti il Presidente di Suzuki Italia Junya Kumataki e il Direttore Generale di Suzuki Automobili M

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: