Esclusiva Supernews: Sampdoria, Cagni in pole in caso di esonero di Zenga

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri

luigi-cagni

Ore bollenti in casa Sampdoria. In caso di esonero di Zenga la società blucerchiata potrebbe affidare la panchina al suo vice Gigi Cagni. Fonti genovesi sostengono che l’ex tecnico dell’Empoli sarebbe il profilo ideale in caso di esonero di Zenga. Una scelta interna risolverebbe il problema dell’allenatore. La società di Ferrero potrebbe decidere di affidarsi quindi ad una scelta low cost. Cagni è un tecnico esperto che conosce molto bene la massima serie ed inoltre ha già guidato la Sampdoria nei primi anni duemila. Sembrano tramontare sul nascere in caso di esonero di Zenga le ipotesi Prandelli, Donadoni o Montella. Tecnici di valore ma anche costosi. In caso di esonero di Zenga la società blucerchiata sarebbe costretta a pagare due ingaggi elevati. L’ex portiere dell’Inter percepisce circa 800 mila euro di ingaggio,Prandelli Donadoni o Montella non si muoverebbero di certo per un ingaggio inferiore di 900 mila. Già la passata stagione Ferrero più volte aveva criticato la scelta di Delio Rossi di continuare a percepire lo stipendio malgrado sia stato esonerato nel novembre 2013. Difficilmente si andrà a creare una situazione simile con due stipendi da saldare. Ecco perché prende quota l’ipotesi Cagni,soluzione interna,sicura e low cost.

  •   
  •  
  •  
  •