Roma Juventus: dei nuovi in campo il solo Mandzukic

Pubblicato il autore: Redazione Segui

roma juventus

Roma Juventus non è e non potrà mai essere una partita come tutte le altre. E’ per questo che, anche se arriva solamente alla seconda giornata di campionato, per molti versi potrebbe già risultare decisiva. Si affrontano infatti le due squadre arrivate prima e seconda lo scorso anno e che anche quest’anno molti indicano come favorite per lo scudetto. Una sconfitta, soprattutto in casa bianconera (dopo quella con l’Udinese alla prima giornata), potrebbe risultare pesantissima ed avere rivolti inaspettati. Roma Juventus è in programma allo stadio Olimpico domenica 30 agosto alle ore 18.

Roma Juventus: Pogba in cabina di regia

Dalla partita con l’Udinese, Allegri ha capito una cosa: Padoin non può giocare nella posizione di regista, quella che fu di Pirlo, per intenderci. In mancanza ancora di Marchisio, Khedira e in attesa di notizie dal mercato, in quel ruolo stavolta sarà provato Pogba, che ha piedi più raffinati di Padoin, ma non ha il classico passo da regista: le alternative, però, scarseggiano. Ai suoi lati Sturaro e Pereyra, per dare dinamismo e qualità al centrocampo bianconero a cinque completato da Lichtsteiner ed Evra, in un Roma Juventus da non fallire.

Leggi anche:  Atalanta-Genoa probabili formazioni: le scelte di Gasperini e Ballardini

Roma Juventus: in attacco torna Morata

Difesa a tre per la Juve, con Barzagli, Bonucci e Chiellini davanti a Buffon, la vera novità è in attacco, dove è previsto il recupero di Morata, assente per infortunio contro l’Udinese. Per Roma Juventus Allegri potrà nuovamente contare sullo spagnolo, che giocherà in avanti al fianco di Mandzukic, che agirà da prima punta. Panchina per Coman e, ancora una volta, per Dybala, il colpo del mercato juventino. E panchina sia per Cuadrado sia per Alex Sandro: i due esterni, alto e basso, potrebbero entrare a partita in corso, a seconda di come si evolverà il risultato. Roma Juventus, come abbiamo spiegato, è una sfida molto delicata e Allegri deve ponderare bene le sue mosse.

  •   
  •  
  •  
  •