TORINO: domenica la Fiorentina. Oggi porte aperte in Sisport ore 16

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

IMG_8681

Chi ben comincia è già a metà dell’opera, potremmo iniziare cosi!!!

Dopo lo sbandamento iniziale dei primi 15 minuti di Frosinone, come candidamente ammesso anche da Ventura a fine gara: “direi che il primo quarto d’ora non è stato buono ma alla fine del primo tempo ci sono state palle gol clamorose”, il Torino si è ritrovato e vinto meritatamente la partita del “Matusa”, che per i Ciociari essendo all’esordio nel massimo campionato, ci ha provato fino all’ultimo, con la partita che è stata insidiosa fino al fischio finale.

Il nuovo corso del Torino, pieno di tanti “giovani”, già importanti sul palcoscenico del calcio Europeo, ha detto sostanzialmente che il “ mix ” creata dal DS Petrachi e mister Ventura per ora c’è.

Lo avevano scritto nel presentare la gara d’esordio del Torino, che qualunque fosse stato il risultato ci sarebbe stato poco da dire. Aver vinto e partire con una vittoria esterna alla prima di campionato, certamente fa piacere E per ora è l’unica cosa che conta.

Analizzando, poi, la partita ci sarebbero tante cose da dire ed esaminare, ma come ben sapete non mi piace far parte dei sessanta milioni di allenatori che ci sono in Italia, perciò mi limito solo ed esclusivamente alle mie competenze, è cioè riportare quanto detto dai protagonisti ed analizzare eventualmente!

Oggi il Torino è una bella realtà e mi spiego.

Senza volare alti e restare terra terra, in una squadra conta la “ disponibilità ” del singolo giocatore, e quello che l’allenatore riesce a comunicare.

Dopo la partita di ieri, ci sono stati tre momenti che qui mi piace ricordare:

il primo e quello di Baselli: “Felice per vittoria e gol. Il segreto della nostra vittoria credo sia la tranquillità, il mister ci chiede sempre di non forzare la giocata e stare calmi.”

Il secondo punto e quello di Ventura che su Baselli si è espresso così: “Deve capire la strada per diventare un giocatore importante. Lo sta capendo, ma deve continuare a lavorare come sta facendo in queste settimane.”

Terzo ed ultimo punto e del saggio di Quagliarella a proposito di che campionato sarà : “ Più livellato, senza dubbio. Penso alle sconfitte di Milan e Juve, che hanno cambiato molto nella loro rosa. Tutti avranno bisogno di tempo, penso che tutti i tifosi, di qualsiasi squadra, si potranno divertire. E speriamo anche quelli del Toro ”

Oggi il Torino è tutto questo.

D’accordo, siamo alla prima di campionato è già si parla di graticola per Garcia, alla Juve non basta Juan Cuadrado arrivato ieri sera a Torino, il Milan visto a Firenze, ha lasciato a desiderare, forse ci penserà il ritorno di Balotelli ufficializzato ieri sera a tirarlo su! meno pungenti ma sempre fastidiosi i giudizi sul Napoli del “bancario” Sarri, che si è smarrito in quel di Reggio Emilia contro il Sassuolo “dell’esperto” Di Francesco. Fortunato invece l’esordio del Mancio che dopo un pre – campionato imbarazzante, tra le grandi e l’unica ad aver portato a casa i tre punti se pur a tempo scaduto e con un gol preso da “polli” e lo stesso Marco Sportiello che lo dichiara, se poi, ci metti pure, che il gol è stato segnato dall’ultimo giocatore arrivato e non ancora al top Stevan Jovetić capite benissimo, in quale campionato ci stiamo “calando”, ma soprattutto con quali concetti e visioni.

E poi, c’è il campionato delle cosi detto “piccole o medio grandi ” : Fiorentina, Lazio, Sampdoria Torino e via dicendo…

Siamo comunque sempre alla prima di campionato e già domenica ci sarà da divertirsi. Su tutti Roma Juventus, aspettiamoci di tutto e di più, perché la sconfitta potrebbe rappresentare un “ dramma “ per entrambe.

Per quanto riguarda poi, il Torino di Ventura & C. inizia come ha finito il campionato scorso, con la vittoria. sul Cesena. Gara che però, è stata piena di “emozioni” e di “contenuti” come per esempio quello con tifosi, che hanno riempito lo stadio per l’abbraccio alla squadra.

La vittoria invece di ieri a Frosinone dice tante cose, che messe tutte insieme fanno pensare ad un buon campionato dei granata, anche se, Ventura prima e Quagliarella dopo hanno detto: “senza troppe aspettative, alziamo l’asticella, ma guardiamo giorno per giorno.”

E chiaro che in questo contesto, se pur all’inizio tutti si godono i propri gioielli di famiglia chi più e chi meno. Il presidente Cairo ha detto che Baselli e Zappacosta “ sono stati pagata abbastanza ” ma se pensiamo ad altri club che hanno “ pagato ” quattro volte di più giocatori che alla prima hanno sbagliato quasi tutto, tornando a casa addirittura con una sconfitta, in questo campionato ci sarà da divertirs e d’accordo se siamo sempre alla prima di campionato…

Ma la più bella notizia per il Torino è che si trova una “VALANGA GRANATA” tanto bella, tanto pericolosa.

Ventura ha detto: “parlare di maturità in una squadra che è così giovane è un buon viatico” come dargli torto…

Se il buongiorno si vede dal mattino… e così che oggi pomeriggio si riaprono le porte della Sisport a partire dalle ore 16.00, per un altro entusiasmante bagno di folla.

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: