Novità mediche in casa Lazio : Biglia torna ufficialmente, Matri forse

Pubblicato il autore: Danilo Aurilio Segui

Biglia torna ufficialmente

Proprio ieri abbiamo accennato alla situazione di Biglia in forse per tornare in campo, oggi con allegria possiamo dire che Biglia torna ufficialmente. La Lazio da stasera è in ritiro e sta già preparando la trasferta a Verona. Un programma leggermente diverso rispetto a quello previsto e detto precedentemente. La squadra sarà infatti è stata a Formello nell’ora di pranzo e i giocatori pernotteranno al centro sportivo. Pioli oggi ha avuto modo di valutare Biglia, e sembra che il giocatore al 90% sia convocato per giocare contro il Verona. Secondo Pioli ci sono ancora alcune valutazioni da fare per capire quale può essere la scelta migliore, sicuramente non si può rischiare una ricaduta.  Al momento dopo il primo allenamento vero e proprio di Biglia con tutto il gruppo, l’unica cosa a cui si pensa e spera è “Biglia torna ufficialmente”. Ovviamente il pensiero e la valutazione sulla stabilità di Biglia è stata decretata principalmente dal medico sociale Salvatori che ha detto “La ripresa è molto positiva e manca pochissimo per essere totale, a parer mio è pronto per tornare ad essere messo nella lista dei convocati“. E se a stabilirlo è un medico di certo non si può contraddire.

Leggi anche:  Paolo Ziliani bacchetta Antonio Conte: "E' lo stesso Conte che nella Juventus".....

La situazione è diversa per Matri,Candreva, De Vrij e Konko

Nonostante la felicità di Pioli riguardante il ritorno di Biglia, non sarà così per Matri, Candreva, De Vrij e Konko. A prendere questa decisione e a valutare i giocatori è lo stesso medico sociale Salvatori che annunciò la ripresa di Biglia. Ieri mattina infatti, i giocatori in via di recupero non si sono nemmeno allenati. Matri accusa ancora un affaticamento ai flessori quindi è in dubbio e ancora da decidere ufficialmente. Candreva salterà sicuramente il Verona e tenterà di giocare direttamente contro il Saint Etienne, partita dell’ 1 ottobre valida per l’Europa League. Qualcosa di diverso per Klose che attualmente sta provando un allenamento e un lavoro differenziato: con le scarpe da ginnastica esegue una serie di allunghi e scatti. Nonostante questo allenamento differente la situazione per lui non è delle migliori, infatti non potrà affrontare nessuna delle tre squadre tra Verona, Saint Etienne e Frosinone. Nessun giocatore dev’essere e né può essere forzato, soprattutto De Vrij che ha bisogno di una serie di cure e riposo molto più lunghi rispetto agli altri. De Vrij si pensa che resterà fermo sino alla pausa di ottobre, il giocatore dall’aprile scorso è stato tormentato da una serie di infortuni che lo hanno reso indisponibile anche per la preparazione. Secondo il medico Salvatori tutti gli altri devono stare in infermeria finché non saranno eseguiti giorno per giorno i giusti controlli strumentali. Aggiunge Salvatori che si è soffermato particolarmente su Matri perchè al momento sta facendo un lavoro di scarico, ed è “fermo” per l’altro allenamento proprio per prevenire ulteriori lesioni. Conclude dicendo ” Savic e Gentiletti dopo aver lavorato diversamente rispetto ai compagni non riscontrano avere nessun problema. Era solamente necessario accertarsi della loro condizione, entrambi potranno giocare contro il Verona”.

Leggi anche:  Champions League, Lazio-Zenit: le formazioni ufficiali

Matri infortunato

Biglia torna ufficialmente, il Verona preoccupa?

Secondo una piccola precedente statistica la Lazio dovrebbe avere qualche piccolo punto in più per essere la favorita, ma il calcio si conosce, la palla è rotonda e può succedere la qualunque. Il Verona ha battuto la Lazio solamente una volta rispetto altre cinque sfide di Serie A. Due vittorie da parte della Lazio e due pareggi, se dobbiamo considerare l’intero aspetto Serie A, il Verona non ha ancora vinto nemmeno una partita ed ha subito due sconfitte e ha pareggiato tre volte. I biancocelesti sono anche a sei punti di distacco rispetto ai veneti, un vantaggio che rende il pronostico leggermente più “semplice”.

 

  •   
  •  
  •  
  •