Chievo Inter: Jovetic “Ecco la squadra vincente”. Miranda e Juan Jesus in dubbio…e intanto Icardi…

Pubblicato il autore: TonyR Segui

Chievo Inter

La banda Mancini scalda i motori in vista del match di domenica prossima Chievo Inter. I clivensi hanno tutta l’intenzione di confermare il loro ottimo stato di forma, mentre i nerazzurri vogliono mantenersi stretto il primato in campionato. Per quanto riguarda la situazione infortunati, non ci sono buone notizie per quanto riguarda il recupero di Miranda e Juan Jesus. Intanto, però, circola sul web la foto, a braccia incrociate e sguardo da duri accompagnata dalle parole “Ecco la squadra vincente!”, che mostra un Jovetic sempre più integrato nel gruppo nerazzurro. Spicca nella foto la presenza di capitan Icardi…multato in centro a Milano per aver parcheggiato la sua Lamborghini al posto di un disabile.

Mancano ancora tre giorni a Chievo Inter, ma i nerazzurri danno l’impressione di essere concentrati e pronti a centrare l’obiettivo tre punti. Durante gli allenamenti di ieri, sotto una pioggia battente, i giocatori hanno svolto una serie di partitelle agli ordini di mister Mancini. Juan Jesus e Miranda, invece, hanno effettuato un programma di lavoro differenziato. La loro presenza al match Chievo Inter di domenica, al momento, resta ancora in dubbio. Che sarà l’occasione per il riscatto di Ranocchia?
Intanto Jovetic, dimostra ancora una volta di essersi ben integrato nel gruppo. Infatti il montenegrino ha postato su facebook una foto che lo ritrae in compagnia di Dodò, Icardi, Felipe Melo, Medel e Biabiany, braccia incrociate e sguardo da duri, accompagnata dalle parole: “Ecco la squadra vincente“. Un bel messaggio che fa ben sperare i tifosi, in vista di Chievo Inter.
Intanto, però, capitan Icardi ne fa un’altra delle sue: beccato e multato in centro a Milano, per aver parcheggiato la sua Lamborghini nel posto riservato ai disabili. L’argentino era in Via Montenapoleone con la sua Wanda Nara per fare shopping e la sua violazione non è passata inosservata agli agenti della polizia che, oltre alla contravvenzione, hanno invitato il bomber nerazzurro a spostare il suo bolide.

  •   
  •  
  •  
  •