Derby: Inter con 3 formazioni e Melo dal 1′

Pubblicato il autore: Fabrizio Caminiti Segui

felipemelo

Il derby della Madonnina Inter-Milan è alle porte e il tecnico dell’Inter studia le strategie da attuare per creare grattacapi alla difesa rossonera. La supersfida arriva dopo la sosta per le nazionali, che da sempre ha fatto passare notti insonni ai tecnici di mezza europa. Questa volta Mancini ha riposato senza particolari traumi, poiché tutti i suoi ragazzi sono tornati alla base senza acciacchi di particolare natura. C’era stata un poco di apprensione per Perisic  e Miranda in seguito a due scontri di gioco: per il primo solo un leggero affaticamento, mentre per Miranda un leggero problemino al vasto mediale del ginocchio. Miranda è l’unico che tiene in apprensione il tecnico di Jesi.

Mancini dunque non può prendere troppo sottogamba la situazione e magari opterà per un cambio di modulo. La trasformazione del volto della squadra può non soltanto preservare Miranda da ricadute ben più gravi con tempi di recupero maggiormente dilatati nel tempo, ma può regalare l’effetto sorpresa a Mihajlovic.

La formazione più accreditata è il solito 4-3-3 con Handonovic, la difesa a quattro composta da Santon, Miranda, Murillo e Telles con Medel, Kondogbia e Guarin sulla mediana e il terzetto d’attacco composta da Perisic, Jovetic e Icardi. Niente sorprese dunque, ma se Mancini volesse sorprendere lo potrebbe fare passando da una difesa a 4 ad una a 3. A Medel far fare il centrale come in nazionale con a fianco Murillo e Juan Jesus, constatato che Miranda non è al meglio.

Altro punto di domanda è la condizione di Maurito Icardi. Il bomber di Rosario migliora giorno dopo giorno e tra domani e venerdì si saprà se sarà al 100% per domenica o meno. Icardi è l’unico a non avere un vice che possa sostituirlo, dunque si può azzardare un Ljajic punta supportato da Perisic e Jovetic dietro. Mancini comunque non rischierà Ljajic dal 1′ senza avergli fatto fare almeno 4 allenamenti coi compagni e quindi rimane probabile un suo utilizzo a gara in corso. Palacio, dunque, si candida ufficialmente al ruolo di vice-Icardi.

Il centrocampo è un altro punto interrogativo. La mediana composta da Medel, Kondogbia e Guarin è molto fisica ma poco intelligente. Brozovic sarebbe ideale per sostituire Guarin ma il croato ha ricevuto due colpi alla caviglia ravvicinati che non lo fanno essere al 100%, senza dimenticare che ha giocato due gare su due. Prende quota l’esordio di Felipe Melo dal 1′ che si piazzerebbe davanti alla difesa con Kondogbia a fare diga centrale.

LE POSSIBILI MOSSE DI MANCINI:

1) 4-3-3:  Handanovic; Santon, Murillo, Miranda, Telles; Medel, Kondogbia,Guarin (Brozovic); Perisic, Jovetic, Icardi.

2) 3-4-1-2: Handanovic; Murillo, Medel, Juan Jesus; Santon, Brozovic, Kondogbia, Telles; Jovetic; Perisic, Palacio (Ljajic).

3) 4-2-3-1: Handanovic; Santon, Murillo, Miranda, Telles; Felipe Melo, Kondogbia; Perisic, Jovetic, Ljajic; Icardi (Palacio).

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: