Florenzi non ci sta: “La Roma gioca sempre per vincere, ieri c’è mancato solo il terzo gol”

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

florenzi Poco prima dell’inizio dell’evento “Millepiazze per i nonni d’Italia“, dedicato alla raccolta fondi per gli anziani, ha parlato Alessandro Florenzi, vero e proprio ospite d’onore dell’iniziativa. Ecco le parole del terzino destro della Roma, rilasciate ai giornalisti:
Florenzi, cosa significa per te tua nonna?Con tutti i miei nonni ho avuto uno straordinario rapporto, a parte con uno che non ho potuto conoscere. Con nonna Aurora (che abbracciò lo scorso anno dopo un gol) ho un bel rapporto fatto di chiamate e di auguri prima della partita. Spero di poterle dare altre gioie, è una persona che mi sta vicino sempre, anche quando le cose non vanno.”
Cosa ti ha detto dopo il gol da centrocampo contro il Barcellona?Mi ha inviato un messaggio tramite mia zia, nel quale mi faceva i complimenti poi il giorno dopo mi ha chiamato.”
Le battute sui social network?Mi hanno divertito, le ho apprezzate molto.”

Leggi anche:  Auriemma attacca Ibra a Tiki Taka: "Andava espulso. L'infortunio? Giustizia Divina"

Torniamo alla partita di ieri pomeriggio. Perchè non hai giocato titolare? Cosa è successo? Eri stanco?Queste sono considerazioni che fa il mister, noi dobbiamo farci trovare pronti. Siamo tutti a sua disposizione”
C’è stata una difficoltà nell’approcciare le partite con le piccole? Con il Barcellona e la Juventus abbiamo visto una squadra totalmente diversa rispetto alle tre gare con le piccole.Non credo. Noi proviamo ad affrontare tutte le partite allo stesso modo, cerchiamo sempre di ottenere i 3 punti, giochiamo per vincere. Alcune volte purtroppo non succede, dobbiamo assumerci le nostre responsabilità, analizzare gli errori e superarli.”
L’Inter fa paura?E’ una grande squadra, ha fatto tanti acquisti ma noi cercheremo di lottare su tutti i fronti.
Cosa vi è mancato ieri?Il gol del 3-2, solo questo.”
Sul finale di gara hai provato a tirare in porta direttamente da calcio d’angolo? “No, l’ho messa in mezzo sperando che qualcuno la toccasse.”
Parole da capitano quelle di Alessandro Florenzi, pronto a riprendersi una maglia da titolare già mercoledì, nell’importante sfida di Marassi contro la Sampdoria.

  •   
  •  
  •  
  •