A Frosinone balconi come spalti, “diffida” agli amministratori

Pubblicato il autore: Sara Mechelli Segui

matusaA Frosinone balconi come spalti alternativi a quelli del Matusa, il Questore invita a prudenza: “E’ questione di pubblica sicurezza”

La passione sfrenata per la propria squadra, la gioia di condividere questa nuova esperienza in Serie A con gli amici di sempre evitando biglietti nominativi, tornelli, filtraggi e resse; poter assistere alla partita in programma comodamente a casa ma senza la pay tv. E se abiti a Frosinone, proprio accanto allo Stadio Matusa, basterà solamente aprire la finestra oppure – meglio – affacciarsi dal balcone.
Centinaia coloro che in occasione della gara contro la Roma, un derby atteso e sognato da tempo, si sono ritrovati sui balconi e i solai dei palazzi adiacenti l’impianto sportivo.

Una scena che ha riportato indietro il calcio di decenni ma che ha indotto le autorità ad intervenire sulla questione ritenuta di pubblica sicurezza con il Questore di Frosinone, Filippo Santarelli, a parlare di “diffida” per gli amministratori dei condomini divenuti veri e propri spalti alternativi a quelli del Matusa.
“Non intendevo diffida nel senso giuridico amministrativo ma una forma di invito al buonsenso: questo aspetto rappresenta una criticità che abbiamo voluto evidenziare” – ha specificato poi il Questore.

Leggi anche:  Striscione tifosi Fiorentina sotto la Fiesole: "Ora basta! Avete rotto, rispetto per la maglia" (FOTO)

“Tutti abbiamo visto quante persone erano sui balconi e sui solai anche senza protezioni. Non possiamo dire ai proprietari di balconi di non sostare sulle loro proprietà e neanche possiamo dire loro di non portare amici. Possiamo però invitarli alla prudenza affinchè – ha proseguito Santarelli – si assicurino che la struttura possa reggere al peso di così tanta gente”.

Una valutazione, quella strutturale, che comunque competerà a Vigili del Fuoco e tecnici del Comune: la Questura però non si tira indietro e invita i tifosi “da balcone” alla prudenza con l’appello affinchè ognuno eviti di  lanciare cose o insulti ai tifosi ospiti.
Un invito che riguarda in particolare coloro che abitano nei pressi della curva sud destinata ad accogliere la tifoseria avversaria: “In quel caso – ha specificato il Questore – è in gioco la pubblica sicurezza e potremmo prendere provvedimenti”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: