Il Torino si gode il secondo posto in classifica. Cairo: “non mi sarei aspettato questa posizione”

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

IMG_5187

Cairo: “La classifica? Ad essere sincero non mi sarei aspettato di essere in questa posizione dopo sei giornate”

Zappacosta: “La posizione in classifica? Siamo consapevoli delle nostre qualità”

Ventura: “Siamo secondi in classifica, ma soprattutto la cosa importante è che stiamo giocando da Toro”

Il sacrificio di Quagliarella con le sue giocate ed i gol, l’impegno di Lopez, le grandi giocate di Baselli supportato dall’esperienza di Vives e Gazzi, con la difesa di capitan Glik e ieri l’euro Gol di Benassi regalano il secondo posto in solitario al Torino.

Sono tante le frecce all’arco di Ventura, giunto a quota 13 punti in classifica, che lancia il Torino nella posizione “che merita” nella nuova “classifica” di serie A.

Bastava davvero poco a migliorare la squadra di Ventura, che aveva già fatto grandi cose in questi quattro anni. Oggi più che mai, dopo i tanti arrivi e lubrificati i reparti con i nuovi “gioielli”, con una difesa oramai collaudata, (colpevole ieri sulla rete di Gonzalez) il Torino si gode il “primato”.

Il match del sesto turno del campionato lo ha confermato chiaro e tondo. Il Torino nel suo primo anno da “grande” non ha nessuna voglia di fermarsi né cullarsi sugli allori ma lotterà fino in fondo per qualcosa di importante. Il successo contro il Palermo arrivato in 9 uomini, è l’ottima risposta “numerica” al pubblico dell’Olimpico, che rappresentano le “due” vittorie più significative del team granata del presidente Cairo. Adesso più che mai, Ventura è atteso dal compito più difficile, convogliare positivamente l’adrenalina del secondo posto in classifica nei prossimi duri appuntamenti che il campionato le riserverà.

Da alcune settimane siamo abituati a vedere partire in modo soft il Torino, abbiamo visto delle difficoltà nella gestione del risultato, come abbiamo visto anche dopo l’espulsione di ieri di Molinaro prima, e Obi sul finire di tempo come il Torino si sveglia giocando e soffrendo da Toro. Il sacrificio di “squadra” è servito per portare i 3 punti, mettendo in crisi l’altra parte di Torino, quella bianco-nera che ora dista addirittura a -8

Leggi anche:  Classifica follower Instagram Serie A, dominano la Juventus e Cristiano Ronaldo

Quella di ieri per  il Palermo è la  sua terza sconfitta di fila, era una gara temuta, ma nel giorno più importante, i ragazzi di Ventura hanno risposto presente. Il presidente Cairo può alzare il pollice a questo Torino. Non è uno che ama guardare la classifica, il presidente del Torino. Non lo aveva fatto neanche prima di questa sfida. Il Torino, pero, oggi, merita questa posizione e questi punti, grazie alla prestazione di grande carattere ha portato a casa un successo fondamentale. Credo che la piazza a questo punto debba cambiare anche mentalità. Sulla carta come di solito piace parlare ai tifosi, “dovremmo vincere”, ma poi ci sono variabili da prendere in considerazione e non c’è solo la carta. Ieri, il Torino ha dato una grande risposta, ma l’invito è a guardare gli altri risultati per capire che non c’è nulla di scontato. In futuro il Torino potrebbe pareggiare qualche gara contro squadre apparentemente semplici da affrontare, sono certo che i tifosi non faranno un dramma perché i granata sanno che il Torino non è un rullo compressore. Quanti tifosi oggi si aspettavano di vedere il Torino così in alto? Credo nessuno! Nel corso della stagione con le  doti di “ tutti “ il Torino dirà certamente la sua.

A tale proposito ecco le dichiarazioni dei protagonisti di ieri:

IL PRESIDENTE CAIRO:

“Ho visto un Toro molto combattivo. Anche in inferiorità numerica siamo riusciti a contenere il Palermo anzi, addirittura abbiamo creato diverse occasioni per segnare il terzo gol. Considerando che prima dell’espulsione abbiamo praticamente dominato la partita, forse rimanendo in undici in campo avremmo sofferto molto meno”.

Il Presidente si sofferma anche sulla grande disponibilità di giocatori in rosa:

Leggi anche:  Juventus-Torino, parla Giampaolo: "La squadra sta migliorando"

“Da questa partita è emerso che non c’è solo Quagliarella. Fabio è molto importante per noi, ma anche Maxi Lopez, decisivo nella rete del vantaggio, ha disputato un buon match. Abbiamo però anche altri calciatori di livello in attacco e non solo. Basti ricordare che aspettiamo ancora la prima rete in granata di Belotti. Ci sono poi anche giocatori con più anni sulle spalle come Vives, un ragazzo eccezionale, con grandi qualità tecniche ma anche importante per lo spogliatoio. Il risultato maggiormente significativo finora è quello di essere riusciti ad innestare tanti giovani di prospettiva con giocatori più esperti: questo è un mix che può dare grandi frutti. La classifica? Ad essere sincero non mi sarei aspettato di essere in questa posizione dopo sei giornate. Ora dobbiamo continuare così senza sottovalutare gli avversari. Sabato prossimo ci sarà il Carpi, una squadra ostica che va affrontata con attenzione.”

ZAPPACOSTA:

Molto buono l’esordio con vittoria per Davide Zappacosta, che ha commentato così:

“Siamo molto contenti e soddisfatti per la vittoria, sia perché di fronte avevamo un ottimo avversario, sia per come è arrivata, dopo la grande sofferenza in campo. E’ bello vincere davanti a tifosi entusiasti una sfida di questo tipo. Avremmo potuto chiudere i conti prima, ma nel calcio si sa che spesso ci sono episodi di questo tipo e le espulsioni ci hanno messo in difficoltà. Abbiamo saputo soffrire. Sono contento per la mia prima partita da titolare. Il mister mi ha detto di giocare con tranquillità e io sono riuscito a seguire i suoi suggerimenti. La posizione in classifica? Siamo consapevoli delle nostre qualità e già prima dell’inizio del campionato la nostra volontà era di far bene. Ora dobbiamo rimanere umili”.

VENTURA:

Leggi anche:  10 Giornata, Dove vedere Juventus - Torino diretta tv e streaming

Mister libidine, si gode il momento di alta quota del Torino. Che di fronte ai giornalisti in sala stampa ha dichiarato:

” La vittoria di oggi è meritata perché abbiamo giocato da squadra e con tanta anima e questo mi fa piacere. Siamo secondi in classifica, ma soprattutto la cosa importante è che stiamo giocando da Toro. Vogliamo costruire il Toro un mattone alla volta con lavoro e professionalità. Dobbiamo compattarci e crescere sempre di più per arrivare anno dopo anno a traguardi prestigiosi. Con tutti questi infortuni la buona sorte non ci sta accompagnando, ma con questo spirito nulla ci è precluso, pur rimanendo nella nostra dimensione. Oggi in 9 contro 11 non abbiamo concesso tiri in posta all’avversario, nel primo tempo invece siamo arrivati diverse volte davanti a Sorrentino con la nostra punta e con il passare del tempo siamo riusciti a prendere confidenza con un avversario che ha giocato molto chiuso.”

Le dichiarazioni del presidente Cairo, Zappacosta e Ventura sono fonte Torinofc.it

SOLLIEVO BASELLI:

Questo il comunicato del torinofc.it: La risonanza magnetica effettuata a Baselli ha evidenziato una piccola distrazione del legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro. La prognosi è attualmente stimabile in 15/20 giorni

Infine, Il Torino riparte domani con gli allenamenti. In programma c’è la minaccia Carpi di sabato che si giocherà a Modena. Il programma prevede una sessione a porte chiuse presso il centro sportivo Sisport di Corso Unione a Torino.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: