Inter-Fiorentina, la rivolta degli ex

Pubblicato il autore: Pierluigi Guerci Segui

Jovetic-Ljajic-Fiorentina-e1441626120839

Inter-Fiorentina, la rivolta degli ex- Inter-Fiorentina in programma domenica 27 dicembre alle ore 20.45 presso lo stadio Giuseppe Meazza di Milano non sarà una normale partita di campionato. Non è solo una partita per i 3 punti. Le due squadre sono in vetta alla classifica di Serie A, Inter prima a punteggio pieno e la Fiorentina distanziata solamente di 3 punti. C’è dell’altro. La rivolta degli ex non è il titolo di un film che uscirà a breve nelle sale cinematografiche italiane o di un best-seller prossimo alla vendita ma è un aspetto curioso ed importante del big match di domenica: Felipe Melo, Stevan Jovetic e Adem Ljajic sono i tre grandi ex della partita. Tutti e tre i giocatori menzionati sono passati dalle rive dell’Arno alla città della Madonnina e hanno un’immensa voglia di riscatto verso i colori viola, chi per un motivo e chi per l’altro la sfida con la Fiorentina di domenica sera avrà un sapore ancora più speciale.

FELIPE MELO: E’arrivato a Firenze nel 2008 giocando solo una stagione con la maglia gigliata con 40 presenze e 2 reti realizzate prima di passare in bianconero alla Juventus. Forse un cambio di maglia che non è mai stato digerito dai tifosi viola vista la grande rivalità con la squadra di Torino. Firenze comunque non lo ha rimpianto poichè alla Fiorentina ha lasciato davvero poco. Dopo due anni alla Juventus è passato al Galatasaray dove si è consacrato giocando 154 gare e realizzando 18 gol. L’esperienza turca l’ha rafforzato sia come giocatore che come persona. Arriva all’Inter e si appresta a giocare la partita da ex Inter-Fiorentina come leader indiscusso del centrocampo di Roberto Mancini.

Leggi anche:  Eriksen-Inter: ecco quanto hanno sborsato i nerazzurri per acquistarlo

STEVAN JOVETIC: E’ probabilmente il più grande rimpianto della dirigenza Della Valle. La sua cessione a malincuore nell’estate del 2013 al Manchester City dopo cinque stagioni in viola non è stata mai accettata fino in fondo dai tifosi viola. Il montenegrino ha deliziato la curva Fiesole con gol e giocate di alta qualità portando ai massimi livelli anche europei la squadra viola. Con i gigliati 135 presenze 40 gol e tanti infortuni che non gli hanno permesso di diventare realmente l’idolo indiscusso della tifoseria. Il passaggio a Manchester sponda City è stato un buco nel vuoto. Il susseguirsi di infortuni muscolari e la difficile ambientazione in un campionato per pochi prediletti hanno permesso a Stevan di disputare solamente 44 presenze nelle due stagioni inglesi seppur realizzando comunque 11 gol. Da questa estate all’Inter sembra un giocatore nuovo, ritrovato. Giocate di spessore e personalità, probabilmente il giocatore più tecnico della rosa nerazzurra e domenica sera c’è Inter-Fiorentina, di giocatori come lui ce n’è bisogno.

Leggi anche:  Cabrini su Maradona: "Sarebbe ancora vivo se avesse giocato nella Juve. A Napoli amore malato"

ADEM LJAJIC: Il serbo arriva a Firenze nel 2010 prelevato anche lui come il suo grande amico Stevan Jovetic dal Partizan Belgrado. In tre stagioni in viola raggiunge 88 presenze realizzando 16 reti dimostrando un’intesa fuori dal normale con il compagno Stevan. Dimostra di avere numeri da grande calciatore ma anche una testa calda. Nessuno avrà dimenticato il diverbio a bordo campo tra Adem e Delio Rossi in cui l’ex tecnico viola arrivò addirittura alle mani accusando il serbo di aver rivolto parole ingiuriose al figlio. A prescindere da ciò Ljajic ha saputo farsi amare per le sue giocate prima di essere ceduto alla Roma. Nella capitale due stagioni tra alti e bassi e poi la chiamata inaspettata nell’ultimo giorno di questa sessione estiva di mercato da parte dell’Inter di Roberto Mancini. Il serbo arriva a Inter-Fiorentina consapevole di non avere il posto assicurato e che dovrà lottare per scalzare gli altri due slavi , Ivan Perisic e Stevan Jovetic ma sa anche che a partita in corso potrebbe essere l’arma in piu per Roberto Mancini per scardinare la difesa dei viola di Paulo Sousa.

Leggi anche:  Serie A, Sassuolo Inter dove vederla in tv e streaming

Tra gli ex risulta anche Danilo D’ambrosio, in viola nella stagione 2007-2008 senza mai scendere in campo. Purtroppo per un incidente nella giornata di oggi non sarà della partita. Via social ha rassicurato tutti sulle sue condizioni e che tornerà presto. Un in bocca al lupo anche dalla redazione di Supernews.

  •   
  •  
  •  
  •