Inter, il derby premia il Mancio

Pubblicato il autore: Andrea Russo Segui

guarin mancini

Il derby ha dato una scarica d’adrenalina e tanta soddisfazione a tutti i tifosi nerazzurri, ma soprattutto alla squadra e a Roberto Mancini. Dopo tre partite di campionato, tre vittorie, bilancio perfetto che nessuno si aspettava. Se consideriamo anche la vittoria contro l’Empoli dello scorso campionato e lo sommiamo ai tre successi recenti dei nerazzurri, l’Inter ha ottenuto ieri la sua quarta vittoria consecutiva, cosa che non accadeva dal Novembre 2012, ma allora era tutta un’altra Inter. Tutta un’altra Inter, è certamente vero, ma se guardiamo bene alla rosa interista del 2012, c’era già Fredy Guarin, allora grande promessa del centrocampo, arrivato malconcio dal Porto.

Dopo il mancato approdo alla Juventus nello scorso mercato invernale, il Guaro sembrava comunque in partenza, almeno apparentemente. Infatti, il centrocampista colombiano è stato da sempre uno dei preferiti di Roberto Mancini sin dal suo arrivo all’Inter e il derby premia il Mancio in questo, dal momento che è stato proprio il tecnico jesino a suggerire, con una certa insistenza, al presidente Erick Thohir di non cedere Fredy Guarin, giocatore dinamico e di carattere, fondamentale per il gioco che vuole l’ex allenatore di Galatasaray e Manchester City. Come spiega bene La Gazzetta dello Sport “il Mancio aveva ragione due volte. Primo concetto: le squadre vincono se hanno giocatori che sanno vincere (e gli innesti estivi lo dimostrano). Secondo concetto: non toccatemi il Guaro. Nella busta indirizzata a Erick Thohir c’era anche questo, Fredy è un untouchable. E aprendola, l’Inter è schizzata in testa alla classifica. In solitaria”. Pertanto, contro tutte le attese, il derby premia il Mancio nel suo continuo scommettere in un giocatore come Guarin, mai il preferito dei tifosi con cui ha avuto più di uno screzio. Se, però, il risultato è questo, ben venga Guarin e Mancini continui pure a credere in lui.

  •   
  •  
  •  
  •