Inter, parla l’agente di Montoya: “Sta bene a Milano”

Pubblicato il autore: Andrea Russo Segui

montoya

Nonostante l’avvio strepitoso del campionato interista, ci sono dei malumori e delle cose che non sono andate come si prevedeva. Uno dei problemi che forse in casa interista non ci si aspettava è lo stato di forma e il mancato ambientamento, a tutt’oggi, di Martin Montoya. Il terzino spagnolo ex Barcellona è stato uno dei primi acquisti del mercato estivo nerazzurro e, vista la squadra da dove proveniva, tutti erano certi della bontà dell’acquisto e sicuri che avrebbe fatto bene all’Inter. Tuttavia, in questi suoi primi mesi di permanenza nerazzurra ha giocato solo pochi minuti nelle amichevoli estive, nessun impiego in campionato, e di lui, pian piano si stanno perdendo le tracce, tanto che sia la stampa che i tifosi cominciano ad ipotizzare un addio, tra Montoya e l’Inter, già nel mercato invernale di gennaio. Di contro, però, parla l’agente di Montoya: “Sta bene a Milano”, dice in un’intervista rilasciata a CM.IT proprio stamattina. Il procuratore del giocatore spagnolo, Juan de Dios Carrasco, dichiara anche che: “L’ipotesi di un ritorno a Barcellona è falsa. Sta trovando delle difficoltà nell’adattarsi al calcio italiano, ha bisogno di tempo. Dopo il derby era molto felice per la squadra, sta pensando solo a lavorare. Parla molto con Mancini, che gli dice di stare tranquillo”. Le parole di Carrasco sembrano rassicuranti ma, si sa, in ambiente calcistico sono frequenti le parole di circostanza e si parla spesso per proprio interesse, quindi anche se rassicuranti, le parole dell’agente di Montoya potrebbero anche essere fuorvianti. La realtà, ed è evidente, è che il giocatore non ha ancora fatto abbastanza per convincere Roberto Mancini che, evidentemente dubbioso circa il suo impiego in un campionato tosto ed equilibrato come questa Serie A 2015/2016, ha deciso di affidarsi a un terzino che conosce bene l’ambiente e il calcio italiano come Davide Santon, che, tra l’altro, sta dimostrando di meritare ampiamente la fiducia datagli dal tecnico jesino. Personalmente io penso che sia ancora prematuro parlare di un ritorno di Martin Montoya alla squadra blaugrana del Barcellona, tuttavia è impossibile non parlarne vista la sua quasi totale assenza dai campi di gioco in questo periodo. I dubbi sul mancato riscatto sono legittimi dato che il giocatore sembra stare bene, si allena con regolarità, probabilmente ha bisogno di mettere più minuti nelle gambe, ma non c’è traccia né notizia di un suo infortunio. Il terzino classe ’91 è sicuramente un buon giocatore, ma fatto sta che non lo sta dimostrando. Martin Montoya, nella sua carriera, è passato dal Barcellona Atletic, militante in Segunda Division, in prima squadra al Barcellona nel 2011, anno in cui sigla la sua prima rete blaugrana, nel mese di dicembre, in Champions League, nel match vinto 4-0 in casa contro il Bate Borisov. Nonostante si rivelasse sempre pronto e all’altezza della situazione quando veniva chiamato in causa, al Barcellona il calciatore spagnolo non è stato impiegato con regolarità. Dapprima si pensava che il suo impiego incostante nel Barcellona fosse dovuto alla presenza di Dani Alves e Jordi Alba, terzini decisamente sopra la media che, di certo, insidiavano il posto da titolare a Martin Montoya. Ora, però, non si è più tanto convinti che il suo ruolo di riserva al Barcellona fosse dovuto solo alla presenza ingombrante di quei due, visto che anche all’Inter sta facendo solo e soltanto panchina. Si vocifera già di un interessamento della squadra nerazzurra, a gennaio, per il terzino del Verona, Jacopo Sala, italiano, giovane e già con una certa esperienza, visto che può vantare un passato di tutto rispetto, avendo trascorso le giovanili tra Atalanta e Chelsea per poi passare a giocare in Germania, all’Amburgo, dove è rimasto fino al 2013. Quindi, parla l’agente di Montoya: “Sta bene a Milano”, ma noi non siamo tanto sicuri che rimanga sotto la Madonnina a lungo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: