Lazio – Udinese: precedenti e statistiche

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

Lazio-UdineseDomenica pomeriggio andrà in scena all’Olimpico il confronto numero 82 tra Lazio Udinese.
Le due squadre tornano ad affrontarsi dopo la sfida del 15 febbraio scorso al Friuli, dove la Lazio si era imposta di misura per 1-0 grazie al rigore di Candreva (ex della partita), mentre nella gara d’andata i bianconeri erano riusciti nell’impresa di espugnare l’Olimpico grazie alla rete di Thereau.
L’ultima vittoria in casa contro i friulani risale al campionato 2013/14, quando alla prima giornata i biancocelesti vinsero per 2-1 grazie ai gol del profeta Hernanes e Candreva (sempre su rigore). Mentre l’ultimo pareggio è datato dicembre 2011, un 2-2 ricco di emozioni firmato da Floro Flores, Lulic e Pinzi, uno che in Curva Nord è di casa e che ha esordito con la maglia della Lazio in Champions League nel 1999/2000.

Le partite giocate in casa dalla Lazio contro l’Udinese in Serie A sono 36, cui vanno sommate due gare di campionato cadetto datate ’62/’63 e ’87/’88 (sempre finite 2-0 per gli aquilotti) e due match di Coppa Italia.
Gli incontri a favore della Lazio sono esattamente la metà con 20 vittorie (la striscia positiva più lunga è di 5 vittorie consecutive, a cavallo tra il ’98/’99 e il 2002/03) , 9 pareggi (per quattro volte è finita 2-2) e 11 sconfitte (la striscia negativa più lunga è di 3 incontri tra il ’52/’53 e il ’54/’55).

La vittoria più rotonda della Lazio è un 5-0 del 2006/07 sotto la guida di Delio Rossi, una “manita” senza pietà inflitta all’Udinese di Galeone affondata dalle doppietta di Rocchi e Mauri e dal gol di Oddo.
La sconfitta più sonora per i biancocelesti invece è un 1-4 della stagione ’84/’85, quando l’Udinese allenata da Vinicio umiliò davanti al pubblico di casa la Lazio di Bruno Giordano (autore del gol della bandiera) grazie alle marcature di Edinho, Carnevale, Gerolin e Selvaggi.

GLI ALLENATORI I tecnici delle due squadre hanno ben due cose in comune: oltre al nome, Stefano, condividono anche il giorno d’esordio da allenatore in serie A, il 10 settembre 2006.
Sono 16 i confronti tra i due (solo 7 in serie A), e il bilancio è perfettamente in equilibrio: sei partite vinte da Pioli, quattro pareggi, e sei partite vinte da Colantuono.
Stefano Pioli ha affrontato 9 volte l’Udinese in carriera, con un bilancio decisamente negativo: prima della vittoria dello scorso campionato, erano arrivati solo tre pareggi e cinque sconfitte (segnando solo 4 gol e subendone 14).
Bilancio simile per Stefano Colantuono (romano doc e tifoso romanista), che in carriera ha incontrato 10 volte la Lazio sul suo cammino: sono tre le vittorie (una sulla panchina del Palermo e due sulla panchina dell’Atalanta), un pareggio e sei sconfitte.

L’ARBITRO Per la sfida dell’Olimpico è stato designato Giampaolo Calvarese, ingegnere di Teramo, alla presenza numero 59 in Serie A.
Quello di domenica sarà l’ottavo incrocio per i biancocelesti con Calvarese: cinque le vittorie per la Lazio, un pareggio e una sola sconfitta. Le cinque vittorie sono arrivate tutte tra le mura amiche, e tutte senza subire gol (tra cui un 3-0 all’Udinese nel 2012).
Mentre sono sei le partite arbitrate ai bianconeri, con due vittorie, un pareggio e tre sconfitte.
Gli ultimi incroci per entrambe le squadre con il fischietto teramano sono match disputati contro il Parma, entrambi finiti in goleada (4-0 per la Lazio lo scorso aprile, 4-2 per l’Udinese nel 2014).

GLI EX Sono quattro gli ex della partita, quasi tutti ora in maglia biancoceleste.
Il più importante è il terzino serbo Dusan Basta, passato lo scorso anno alla Lazio dopo 123 presenze e 11 gol con i friulani tra il 2009 e il 2014. Per Stefano Mauri solo due stagioni al Friuli dal 2004 al 2006, condite da 7 presenze in Champions League, mentre l’avventura di Candreva in maglia bianconera è stata impalpabile con appena 8 presenze nella stagione 2007/2008 (di cui 5  in Coppa Italia).
Tra le fila dell’Udinese l’unico a tornare da avversario all’Olimpico è il difensore Maurizio Domizzi, prodotto del vivaio laziale: per lui un Campionato Primavera nel 2000/2001 e nessun’apparizione in prima squadra.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,