Roma, basta turnover: con la Samp formazione rivoluzionata

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

roma

Il giorno dopo il deludente pareggio casalingo con il Sassuolo, è tempo di processi in casa Roma. Al centro del mirino è finito Rudi Garcia, primo colpevole, secondo la maggior parte dei tifosi, del mezzo passo falso dell’Olimpico. Troppe scelte di formazione hanno lasciato perplessi. Anzitutto la contemporanea rinuncia ai due terzini titolari: Florenzi e Digne, infatti, sono stati sostituiti in maniera discutibile da Maicon, apparso fuori condizione, e Torosidis, un pesce fuor d’acqua sull’out di sinistra. A centrocampo è tornato Miralem Pjanic, giù di corda dopo il recente infortunio muscolare patito in Nazionale quindici giorni fa, preferito a Keita e a Ucan,che ancora non ha visto il campo in questo avvio di stagione. Ma in attacco arrivano le note dolenti: uno come Dzeko non può rimanere in panchina per 72 minuti mentre la squadra sta pareggiando. Con Totti, poi, il gioco cambia totalmente: bene nel primo tempo, il Capitano, che ha imbeccato un paio di volte Salah (oltre a realizzare il gol dell’1-1) ma già a inizio secondo tempo serviva la staffetta con il numero 9 che avrebbe portato peso all’attacco e apprensione nell’area di rigore neroverde.

Leggi anche:  Pistocchi su Conte: "Otto anni fa gli chiesi se fosse il caso di passare al 4-4-2. Lo ha chiesto anche Capello ma a lui..."

Tra due giorni la Roma sarà di nuovo in campo, a Genova contro la Sampdoria, e la formazione verrà completamente stravolta: in porta toccherà di nuovo a De Sanctis (non proprio perfetto ieri), in difesa a destra torna Florenzi, al centro Manolas e Rudiger e a sinistra di nuovo titolare Digne. A centrocampo Pjanic, De Rossi (il migliore insieme a Salah ieri) e Nainggolan, con Keita pronto a subentrare o addirittura a soffiare una maglia da titolare a uno dei tre. In attacco torna Dzeko conFalque e uno tra Salah e Gervinho che anche ieri è rimasto a guardare i compagni di squadra per tutti i 90 minuti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: