Torino Sampdoria 2-0, Zenga a rapporto da Ferrero: il presidente? L’ho sentito, era amareggiato.

Pubblicato il autore: Susanna Terribile

zengaTorino Sampdoria è terminata 2-0 per i piemontesi. A decidere una doppietta del solito Fabio Quagliarella che fa saltare l’Olimpico strapieno, tuttavia Walter Zenga è tranquillo e convinto della sua Samp, nonostante l’arrivo della prima sconfitta in campionato. Durante l’intervista del post partita l’allenatore dei blucerchiati ha affermato:

Abbiamo cominciato la partita molto bassi, perché volevamo togliere spazio ai loro esterni, ma il Torino è stato bravo a trovarli e andare in gol. Nella ripresa poi abbiamo reagito e potevamo riaprirla subito con quell’azione di Muriel ed Eder. Peccato ci sia mancato il gol.

Nel secondo tempo abbiamo fatto la partita, ci abbiamo provato, anche se non è andata. Ora ripartiamo con serenità e voltiamo pagina dopo questa sconfitta. Guardiamo quello che abbiamo fatto negli ultimi 45 minuti e dimentichiamoci la timidezza della prima parte di gara. La parte centrale della prima frazione è stata quella decisiva e loro hanno avuto giocatori che in quella fase hanno fatto molto bene. Il presidente? L’ho sentito, era amareggiato. Ciò che ci siamo detti però resta tra noi.

Dall’altra parte Giampiero Ventura festeggia a modo suo, strepitose le sue reazioni a bordo campo per i goal di Quagliarella, contenuto però nel crogiolarsi dei tre punti ottenuti:

Credo che abbiamo fatto una buona partita. Nel primo tempo abbiamo dominato in lungo e in largo, creando tanto e concedendo niente a una Sampdoria imbattuta come noi […]. La gestione della partita è stata assolutamente buona.

Il tecnico granata non manca di rivolgersi ai suoi ragazzi e a spingere il gruppo a lavorare sempre di più:

Dopo il primo tempo di Verona avevo bisogno di una risposta e questi ragazzi oggi me l’hanno data. Sono soddisfatto. Dobbiamo solo imparare a chiudere le partita; nel secondo tempo abbiamo segnato due goal ma avremmo potuto farne altri. Il prossimo passo è migliorare sotto questo aspetto. Belotti è arrivato da un mese, sta lavorando e ha margini di miglioramento. Oggi ha partecipato bene, è entrato nell’azione del secondo gol. Non deve avere fretta. Attraverso il lavoro si cresce e si diventa protagonisti. Credo che anche Belotti, tra poco, potrà sorridere e realizzare i suoi sogni di ragazzo di 21 anni.

Poi Ventura chiude su Quagliarella:

Quagliarella oggi avrebbe potuto fare 4 gol, lui non deve accontentarsi mai e ha margini di miglioramento enormi. É fondamentale per noi.

Fabio Quagliarella, man of match di Torino Sampdoria, ha riferito:

Nazionale? Certo che ci penso, ma so che devo fare bene qui e meritarmi la fiducia del mister Ventura che sto cercando di ripagare ogni volta che scendo in campo. […] L’anno scorso si faceva fatica ad arrivare in avanti, quest’anno ci sono più opportunità. Obiettivi Toro? Vogliamo restare il più in alto possibile. Il bel gioco e le vittorie danno fiducia, ci sono tanti giovani e si deve migliorare tanto. Vogliamo far sognare i tifosi, ma noi calciatori dobbiamo stare coi piedi per terra, ma a questo tanto ci pensa Ventura!

 

 

  •   
  •  
  •  
  •