Derby di Torino: lo “scherzetto” della Juventus

Pubblicato il autore: Nicola Di Gregorio Segui
Derby di Torino

Derby di Torino

Una partita vivace, sospesa fino alla fine e decisa da un guizzo nell’ultimo minuto di gioco. Cosa chiedere di più da un derby? Una stracittadina degna di questo nome (a tal proposito Milan e Inter dovrebbero prendere appunti).
Se stessimo parlando di altri sport, alimentando le più classiche chiacchiere da bar, si potrebbe parlare di un risultato bugiardo, di un pareggio ai punti. Ma nel calcio vince chi la mette dentro, anche al 93′.

Dolcetto bianconero. Aggancio in classifica sul Torino per i ragazzi di Allegri quindi, il quale finalmente intravede un po’ di serenità attorno alla sua panchina che molti aveva iniziato a definire traballante: “Subiamo sempre gol al primo tiro in porta: questa rete scaccia via la sfortuna.” Una ventata di aria fresca anche per il capitano bianconero Buffon che, dopo le dure parole del post infrasettimanale, dedica la vittoria ai suoi e a quei tifosi che nonostante tutto non smettono di sostenere la squadra. Unici nei sono la condizione fisica di Khedira, ancora fermato a soli 9 minuti dall’inizio del match per un problema al flessore e un Morata forse troppo nervoso sul cambio.

Leggi anche:  Formazioni ufficiali Torino Spezia: Piccoli al posto di Nzola, tante novità nel Toro

Scherzetto al Torino. Dall’altro lato della barricata invece c’è un Torino che potrebbe vedere lentamente allontanarsi il gruppone delle top six, nonostante abbia buttato sudore e cuore sul campo quasi tutta la partita. Ventura lo sa e nel post partita non trova scuse: “Se si prendono due gol negli ultimi 5′ in due partite consecutive, evidentemente c’è qualcosa di sbagliato, da correggere” poi ancora “Oggi credo che il Torino sia venuto per far la partita: abbiamo creato, siamo venuti per vincere e ci abbiamo provato. La crescita di questa squadra passa tramite due concetti: per 85 minuti volevamo fare la partita ed è andata bene, alla fine invece abbiamo smesso di giocare e abbiamo sperato di far risultato.” Un po’ di paura ha portato via la sicurezza del Torino nel momento in cui chi ne ha di più può fare la differenza.

Leggi anche:  Dove vedere Sampdoria Udinese, streaming Serie A e diretta TV Sky o Dazn?

Nulla è perduto. Note positive per Allegri che aveva un gran bisogno di questo derby per rilanciarsi e godere di una importantissima iniezione di fiducia, anche se si è ancora lontani anni luce dalla miglior Juventus possibile; bisogna dire che per uno sportivo non c’è nulla di più bello che battere i cugini all’ultimo minuto. Retrogusto amaro per Ventura quindi, che comunque lascia lo Stadium con la consapevolezza che con questo spirito si può andare lontano. Lasciando sbollire la rabbia e lo sconforto da “ultimo minuto”, è soprattutto da queste partite che una squadra può crescere.

  •   
  •  
  •  
  •