È meglio che Massimiliano Allegri non guardi la classifica

Pubblicato il autore: Al Rey Segui

È meglio che Massimiliano Allegri non guardi la classifica

Se la Juventus vuole continuare a crescere è meglio che Massimiliano Allegri non guardi la classifica

L’allenatore della Juventus è convinto che a Natale la sua squadra sarà in una posizione decisamente migliore rispetto ad ora, ma per il momento è opportuno non guardare la classifica e quanti punti di distanza ci sono dalla vetta. La Juventus sta crescendo e Massimiliano Allegri aveva detto la stessa cosa quando era alla guida del Milan che, nonostante non abbia conquistato lo scudetto, è arrivato in seconda posizione in qualificazione diretta in Champions League. Adesso con la Juventus ha ritrovato la vittoria allo Stadium ed è la prima volta che succede nella stagione 2015-2016. È anche la prima volta che i bianconeri segnano tre gol e, sebbene si sia trattato di una vittoria contro l’ultima squadra in classifica, qualcosa è cambiato sul piano del gioco e sull’aspetto dell’identità di squadra. Anche con il Bologna la Juventus è andata sotto di un gol ed è riuscita a reagire, questo significa che la squadra sta prendendo forma grazie anche al recupero di alcuni giocatori. Fondamentale è stato Khedira, che ha dato spessore al centrocampo e adesso manca soltanto il rientro di Marchisio per completare l’organico.

Leggi anche:  Dove vedere Genoa Parma streaming e diretta Tv Serie A

La classifica si è mossa ma è meglio non guardarla

È meglio non guardare la classifica, come sostiene Massimiliano Allegri: la Juventus è riuscita a smuoverla, tuttavia non è ancora stabile in tutte le partite e commette diversi errori. Ad esempio all’inizio della gara con il Bologna ha creato tante occasioni ma ha dato l’impressione di essere in difficoltà. Andare sotto di un gol dopo cinque minuti influisce negativamente sulla psicologia della squadra, ma l’importante è reagire. Adesso la sosta sarà importantissima per continuare a crescere. L’obiettivo principale della Juventus è il passaggio del turno in Champions League ma adesso la squadra deve lavorare per pensare all’Inter; dopo la sosta rientreranno Marchisio, Mandzukic e Caceres per dare finalmente a Massimiliano Allegri un organico completo che consenta di risalire la china della classifica e poterla guardare con orgoglio a Natale.

  •   
  •  
  •  
  •