Iturbe, la Roma non aspetta più. Addio a gennaio?

Pubblicato il autore: Saverio Felici Segui

iturbe

Doveva salutare già ad agosto, ma un intervento tempestivo di Walter Sabatini bloccò in extremis la cessione del suo pupillo, praticamente già promesso al Genoa, lasciando lo sbigottito Preziosi con in mano un contratto bainco senza firme (e ancora adesso il presidente della squadra genovese non manca di rimarcare il “tradimento” praticamente ad ogni intervista). Juan Manuel Iturbe ha avuto un’ultima occasione per dimostrare alla Roma e ai romanisti di non essere stato, come ormai si dice, il flop più grave della gestione americana. Arrivato come il grande acquisto della stagione 2014/15, quella che dava la Roma come la favorita del campionato italiano, ha passato un anno di ambientamento di scarsi risultati, giocando poco nella prima parte (colpa di infortuni vari), ritrovandosi titolare nella seconda, in seguito alla partenza di Gervinho. Chiuse la stagione con 37 presenze e 4 gol, tra tutte le competizioni disputate. Numeri troppo bassi per sperare di ritrovarsi al centro del progetto anche l’anno successivo.

Leggi anche:  Morte Maradona, la poesia di Federico Buffa: "Uno così non può ricapitare mai più" (TESTO e VIDEO)

Eppure la stagione 2015/16 sembrava essere iniziata nel migliore dei modi per l’argentino: pur partendo dalla panchina, si era rivelato decisivo nei match con Juventus e Frosinone, arrivando anche a segnare contro quest’ultima. Dopo, il nulla. Gli infortuni di Dzeko e Totti dovevano essere la sua occasione per imporsi da titolare, ma una serie di partite al di sotto di ogni sufficienza (condite da gesti di stizza e presunzione, come nel caso della sostituzione contro il Sassuolo– un atteggiamento che ad Iturbe non era mai appartenuto) ne hanno decretato il crollo nelle gerarchie tattiche di Garcia. Se si aggiunge l’affermazione dell’inamovibile Iago Falque, il pieno recupero del redivivo Gervinho, e l’esplosione definitiva di Florenzi, che dalla difesa scalpita per riprendersi il suo posto davanti, oltre ovviamente all’insostituibile Salah, è chiaro ormai che per Iturbe, per questo Iturbe, nella Roma non c’è più spazio.

Leggi anche:  Atalanta-Verona probabili formazioni: Ilicic confermato in attacco?

Che futuro si prospetta per il talento argentino? Secondo l’edizione odierna di Leggo, l’attaccante si sarebbe dato come ultimatum la finestra invernale di mercato. Iturbe sembra intenzoinato a giocarsi il tutto per tutto nei prossimi tre mesi, ma appare chiaro a tutti che è ormai stanco di non giocare: sa di non avere più piena considerazione all’interno dello spogliatoio, e a meno di un’inversione di tendenza, negli atteggiamenti e nei risultati, queste potranno essere le sue ultime partite in maglia giallorossa. Alla finestra ci sono già la Sampdoria e il Verona, la squadra che lo scoprì due anni fa. Ora Iturbe rischia di tornare al punto di partenza. Dipenderà solo da lui.

  •   
  •  
  •  
  •