Napoli, Sarri: “Insigne chieda scusa ai suoi compagni”

Pubblicato il autore: Gennaro Esposito Segui

Sarri
Serata quasi perfetta per il Napoli, che ha battuto il Palermo con le reti di Higuain e Mertens arrivate dopo aver colpito due pali. La perfezione totale però non è stata raggiunta per colpa di Insigne e Mertens: il napoletano ha reagito con rabbia e delusione al momento del cambio con il belga, che nell’esultare per il gol del raddoppio ha mostrato anche lui segnali di insofferenza e di delusione per il mancato impiego dal primo minuto. Situazioni spiacevoli che rischiano di minare la serenità del gruppo, soprattutto in un momento così favorevole in cui la squadra ha messo in fila ben sette vittorie consecutive tra campionato ed Europa League. La competizione tra i due giocatori, che occupano lo stesso ruolo, è evidente e può essere anche un bene: gli stimoli per fare meglio del “rivale” non mancano, ma tutto questo non deve poi sfociare in atteggiamenti irrispettosi che possono finire per indispettire anche gli altri compagni. E’ su questa linea Maurizio Sarri, che ieri in merito ha dichiarato: “Io non posso spiegare niente, domandatelo a loro. Dopo cinque vittorie consecutive si parla di loro due. Mertens forse pensava di dover iniziare la partita, ma se il risultato è il gol speriamo possa incazzarsi più spesso. Lo stesso per Insigne, è gasato, ma dispiace abbia mancato di rispetto al compagno a chi è entrato ed a chi non è entrato. Spero che chieda scusa, non a me, ma ai compagni ed a chi non s’è neanche rialzato“.

Leggi anche:  Atalanta, tre competizioni e una fame senza limiti. Entusiasmo alle stelle
  •   
  •  
  •  
  •