Roma-Atalanta finisce 0-2: i giallorossi colano a picco

Pubblicato il autore: Massimo Scialla

Roma-Atalanta

ROMA-ATALANTA: RISULTATO. L’Atalanta espugna l’Olimpico con un risultato che non ammette repliche. Lo 0-2 finale infligge un colpo ferale alla Roma che già barcollava dopo il 6-1 rimediato a Barcellona. Roma-Atalanta è partita maschia, che si chiuderà con tre espulsioni – una per la Roma e due per l’Atalanta – in cui la Roma ha dimostrato di non essere pronta per la vetta della classifica.
Evidente l’inclinazione dei giallorossi ad eclissarsi quando i singoli non sono in giornata, dimostrazione del fatto che lo spartito tattico che l’allenatore dovrebbe aver impresso ai suoi non c’è, o comunque latita.
Male Pjanic, male Nainggolan, male Digne, che regala il primo gol alla squadra di Reja.

ROMA-ATALANTA: PRIMO TEMPO. La partita comincia con ritmi buoni, ma senza nitide occasioni da gol. Tutta la prima metà della frazione si risolve in una battaglia per conquistare metri, con l’Atalanta che pressa bene già a partire dal primo portatore, e la Roma che riesce a creare ben poco.
I giallorossi cominciano a crescere, ci provano con Iturbe, Pjanic – a cui Sportiello chiude la porta – e Dzeko, che di controbalzo spara di poco alto.
Al 40′ di gioco Lucas Digne, autore fino a quel momento di una buona prova, regala letteralmente un pallone d’oro a Gomez, che dal limite dell’area insacca con De Sanctis incolpevole.
La Roma accenna una reazione, ma il tempo prima dell’intervallo è troppo poco. Il primo tempo termina 0-1.

Leggi anche:  Federico Dimarco rivendica: "Abbiamo dominato, meritavamo la vittoria"

ROMA-ATALANTA: SECONDO TEMPO. La ripresa comincia con una Roma che sembra aver cambiato marcia, e che crea se non altro molta densità nell’area avversaria, con qualche occasione sporca qui e là.
Con i minuti la fiamma della Roma comincia ad affievolirsi inesorabilmente e, dopo una parata decisiva di De Sanctis su Maxi Moralez, la squadra di Garcia subisce un contropiede fatale di Gomez, atterrato in area da Maicon subentrato poco prima a Florenzi: rosso e rigore, battuto da Denis. De Sanctis stavolta non salva i suoi. Il resto è totale incapacità di reazione da parte della Roma, anche perchè otto minuti più recupero sono troppo pochi per sperare in una rimonta. C’è tempo solo per due espulsioni per doppio giallo, una a Stendardo, l’altra a Grassi.

ROMA-ATALANTA: LE RISPOSTE. Non arriva dunque la risposta che alla vigilia Rudi Garcia auspicava, la vetta della classifica si allontanerà ulteriormente e la stagione della Roma in questo momento è fortemente a rischio, se non altro per il raggiungimento degli obiettivi più alti che ci si era prefissati ad inizio anno.
Ciò che più lascia perplessi è la difficoltà della squadra di trovare una chiave di lettura tattica della partita, ma in alcuni momenti è anche la personalità che sembra scarseggiare nell’undici in campo, qualunque esso sia: oggi nella formazione titolare erano presenti De Sanctis, Castan, De Rossi e Pjanic, leader riconosciuti dello spogliatoio. Non è bastato.
Resta da capire quali saranno le mosse del tecnico per tentare di arginare questa emorragia, di gioco, risultati e consensi, problema numero uno da risolvere in questo momento; restano da capire le intenzioni della società, che sembra andare avanti per inerzia nell’assenza di decisioni concrete, nonostante alla Roma stia sfuggendo di mano tutto quello che fino ad ora si riteneva fosse alla sua portata: la lotta per il vertice.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,