Napoli, Sarri: “Non si vince niente a novembre. Troppa ansia dopo il 2-1, Higuain è la punta più forte al mondo”

Pubblicato il autore: Gennaro Esposito

Sarri
Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, ha rilasciato alcune dichiarazioni nella conferenza stampa che ha seguito la vittoria contro l’Inter. Ecco le sue dichiarazioni:

Queste sono partite facili nell’approccio e difficili nella gestione. E’ facile approcciare bene perchè le motivazioni sono a mille, però c’è da gestire episodi negativi e quello diventa difficile. Ti prende l’ansia da risultato e a noi è successo questo. Abbiamo preso il 2 a 1 e siamo andati in ansia sbagliando le cose che sappiamo fare. Nel finale siamo stati fortunati. Nessuno ha mai vinto nulla essendo primo al mese di novembre, mi fa piacere però per il primato. Abbiamo dato una soddisfazione a un pubblico straordinario che non ha eguali in Italia. La difficoltà sarà riuscire a mantenere i piedi per terra

Sulla condizione fisica: “Giovedì non hanno giocato quelli di stasera, l’unico era Koulibaly. Forse ci siamo allenati di meno, ma la componente principale che è venuta a mancare è stata quella mentale. Le gambe sono sempre comandate dal cervello. Mi spiace se nell’ultimo minuto di gioco abbiamo vissuto emozioni diverse dalle solite

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Monza-Spezia: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

Sulle rivali: “La Fiorentina è la squadra migliore che abbiamo visto qui, ma l’Inter è molto forte sotto il profilo delle individualità. Sono squadre profondamente diverse. Io e i grandi del calcio? Mi estraneo da tutto e da tutti come fanno i calciatori

Sull’ingresso di Jovetic: “Ci hanno costretto ad uscire con uno dei due centrali, per questo motivo sembravamo in difficoltà

Su Mancini: “Non voglio rispondere a Mancini, avrà le sue convinzioni. Io credo che in undici contro undici avremmo avuto ancora meno difficoltà perchè non ci sarebbero stati cali mentali. A centrocampo abbiamo fatto bene nel primo tempo, ma siamo stati confusionali nel secondo

Su Higuain: “Gli ho sempre detto, in ritiro a Dimaro, che aveva dei difetti enormi anche nel modo di giocare. Ma gli ho anche detto che è il centravanti più forte del mondo. Lui ci rimase male, ma dopo un paio di giorni mi disse che era d’accordo, ma non su tutto. Lui prese coscienza di essere fortissimo. Sta diventando il centravanti più forte del mondo, solo Lewandowski gli può stare vicino come valore. Lui deve mettersi in testa di vincere il Pallone D’oro

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Monza-Spezia: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

Ai ragazzi a fine gara ho detto che ‘si sono cagati’ addosso

Su Icardi e Jovetic: “Mi aspettavo giocasse Icardi dall’inizio. Mancini può far alzare dalla panchina diversi milioni di euro e ha la possibilità di cambiare anche a gara in corso“.

Parole come sempre non banali e scontate quelle di Maurizio Sarri, che come di consueto sceglie il basso profilo per smorzare l’entusiasmo e tenere i suoi giocatori sempre sulla corda. Le prossime partite saranno un banco di prova importante per il Napoli, che dovrà sfruttare la spinta della piazza ma anche imparare a gestire i suoi aspetti negativi. Il prossimo turno di campionato ha in programma la trasferta di Bologna e poi, nel turno successivo, la Roma di Garcia verrà a far visita al San Paolo: si prospetta un’altra serata da tutto esaurito e dalle grandi emozioni.

  •   
  •  
  •  
  •