La Juventus passeggia a Verona, si sblocca anche “El Canterano Morata”

Pubblicato il autore: Omar Bonelli Segui

Vittoria impressionante della Juventus al Bentegodi nella 22′ giornata di serie A, nel lunch match delle 12.30 ha schiantato il Chievo per 4-0.

Prestazione sontuosa della squadra di Massimiliano Allegri che ha giocato una  partita perfetta, conquistando la dodicesima vittoria consecutiva (eguagliato il record della Juve di Conte), di fronte un Chievo rimaneggiato e anche troppo arrendevole; anche se la sensazione è che con la Juventus di questi tempi almeno in serie A, agli avversari restano pochissime chance di conquistare un risultato positivo.

La Juventus aveva l’occasione per poter continuare la propria striscia positiva e mettere pressione al Napoli, bene la squadra bianconera ha schiacciato subito sull’acceleratore e ha incanalato  subito il match a proprio favore, così facendo è riuscita anche a risparmiare energie importanti per il turno infrasettimanale. che la vedrà di fronte mercoledì al Genoa allo Stadium. applicando già ad inizio secondo tempo un robusto turn-over.

Pronti via e la Juventus segna subito al 6′ con Morata, bravo a sfruttare un assist dalla destra di Lichtsteiner, poi tantissime occasioni con Dybala, Pogba e con Alex Sandro che domina la propria fascia e sforna assist e giocate a ripetizione, poi sul finale di primo tempo ci pensa ancora “El Canterano” Morata che raddoppia con un gol fotocopia del primo, infatti stavolta è Khedira a crossare dalla sinistra e lo spagnolo si libera sul lato opposto insaccando da due passi.

Leggi anche:  Inter, prova di forza: adesso serve il salto anche in Europa

Inizia la ripresa con la sostituzione di Khedira con Sturaro, ma la Juve riparte subito a macinare gioco e azioni spettacolari, terzo gol al 16′ del secondo tempo stavolta è Alex Sandro a realizzare,  da manuale del calcio l’azione finalizzata dal brasiliano, Dybala manda in profondità Lichtsteiner, lo svizzero alza la testa e serve al centro dell’area Pogba, che stavolta non calcia ma serve un assist magnifico di esterno destro ad Alex Sandro che supera un incolpevole Bizzarri.

Il Chievo non si vede praticamente mai con Buffon che non viene mai impegnato, mentre la Juventus si diverte in campo e non si accontenta, al 22′ Paul Pogba mette il sigillo sulla sua prestazione realizzando il quarto gol della squadra bianconera; poi traversa per Alex Sandro e nel finale numero fantastico ancora di Pogba, che si libera bene in area e lascia partire una bomba che si va a stampare ancora sulla traversa.

Leggi anche:  Inter, seconda solo al Bayern: media gol clamorosa in Europa

Finisce quindi 4-0 per la Juventus che offre una delle migliori prestazioni stagionali e conferma di essere in un momento mentale e fisico straripante, la squadra di Allegri ultimamente stravince le sue gare, ha trovato un equilibrio di squadra e un’organizzazione perfetta che la rendono incontenibile.

La forza della squadra bianconera è anche la profondità della rosa, basta pensare che oggi erano assenti Evra e Mandzukic e i “sostituti” Alex Sandro e Morata sono stati determinanti, proprio lo spagnolo sembra essersi messo alle spalle il momento negativo, con 4 gol in 4 giorni.

Nella  partita di oggi lo spagnolo oltre ai 2 gol, ha riproposto le sue incredibili accelerazioni e ha dimostrato una grande convinzione nei propri mezzi grazie alla fiducia ritrovata grazie alle reti realizzate.

Ora mercoledì prossimo ore 20.45 impegno casalingo per la Juventus contro il Genoa, per infilare la tredicesima sinfonia e confidare nella Lazio che all’Olimpico ospiterà il Napoli, occasione ghiotta per i bianconeri per conquistare la vetta.

Leggi anche:  Calendario Serie A 6° giornata: quali match su Sky e Dazn?

Il tabellino del match:

CHIEVO: Bizzarri; Frey, Sardo, Dainelli, Cacciatore; Castro, Radovanovic (dal 16′ s.t. Pinzi), N. Rigoni; Birsa (dal 23′ s.t. Pellissier); Mpoku (dal 29′ s.t. Gobbi), Inglese. All.: Maran.

JUVENTUS: Buffon; Barzagli, Bonucci, Caceres; Lichtsteiner (dal 36′ s.t. Padoin), Khedira (dal 1′ s.t. Sturaro), Marchisio (dal 24′ s.t. Hernanes), Pogba, Alex Sandro; Morata, Dybala. All.: Allegri.

ARBITRO: Doveri (Roma 1).

MARCATORI: 6′ p.t. Morata (J), 40′ p.t. Morata (J), 16′ s.t. Alex Sandro (J), 22′ s.t. Pogba (J).

AMMONITI: Radovanovic, Sardo, Pinzi (C); Alex Sandro (J).

 

  •   
  •  
  •  
  •