Milan Bologna 0-1, le pagelle dei rossoneri. Cerci impresentabile

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui

Calciomercato MilanDue punti in tre partite contro Carpi, Verona e Bologna (di cui due in casa e l’altra, quella di Modena, praticamente in casa anch’essa). Un declino senza fine del quale risulta difficile capirne le cause. Nella partita di oggi i rossoneri hanno sprecato tanto e sono stati puniti forse oltre il dovuto, ma resta l’amaro in bocca per l’ennesima occasione persa. Andiamo a vedere la prova dei singoli nelle pagelle dei rossoneri di questo grigio Milan Bologna.

Pagelle Milan Bologna 0-1:

Donnarumma 6 – Incolpevole sul gol di Giaccherini, per il resto partita sicura senza grandi sbavature. Ha 16 anni e gioca da campione in una squadra di mezzi giocatori.
Abate 5 – Corre, e quello l’ha sempre fatto, ma sbaglia tanto. Commette falli insensati e da una sua incursione fallita nasce il contropiede che porta al gol di Giaccherini, tutto solo sulla destra visto che il terzino rossonero non fa in tempo a rientrare.
Alex 6 – Non va velocissimo, ma in questo momento sembra essere il più affidabile nel reparto arretrato rossonero.
Mexes 5 – In estate è rimasto in rossonero solo per volontà del presidente, ma è ormai da anni l’ombra del solido difensore visto a Roma. Sbaglia dei disimpegni che neanche i pulcini del Milan sbaglierebbero.
De Sciglio 5 – È tutta una questione di aspettative. Non ha senso attendersi grandi prove da un giocatore che ha fatto bene una stagione con l’incoscienza dei ventenni ma che da tre anni ormai non colleziona una prova degna della sufficienza. Oggi è anche più propositivo del solito, lotta, ma delle 4-5 occasioni che ha per andare al cross non ne sfrutta mezza.
Honda 6 – In questo momento è nettamente meglio di Cerci (e questo la dice lunga sull’ex Torino). Combina qualcosa di buono, tiene bene palla e prova ad accendersi, ma ripensando a Clarence e a Rui con la maglia numero 10 sulle spalle vengono i brividi. Invece che parlare tanto in settimana, dovrebbe pensare di più a migliorare il suo gioco.
Cerci 3,5 – Se nelle precedenti 15-16 partite non aveva combinato niente, oggi fa addirittura peggio, sbagliando l’insbagliabile. Ha due occasioni nitide in contropiede, ma nella prima sceglie Bacca invece di Niang in un 3 contro 2, mentre nella seconda fa peggio: solo davanti al portiere con il colombiano vicino, non lo serve e non tira, incartandosi da solo.
Montolivo 5 – Soffre della situazione e si vede, fa qualche buona giocata, ma gli errori in fase di impostazione sono troppi. (Kucka s.v.)
Bertolacci 5 – Mr. 20 milioni fatica molto anche lui. Giaccherini al suo confronto sembra Iniesta.
Bonaventura 6 – Scarta, crea, inventa, lotta. È l’anima e il cervello di questo Milan, anche se nel finale si intestardisce troppo e commette anche lui qualche errore.
Niang 5,5 – Una prova al di sotto del suo talento anche per il francesino, troppo confusionario e poco cinico sotto porta. Ma le qualità ci sono, e quando parte si vede. Manda in porta Cerci con un tracciante al bacio, ma il numero 11 spreca tutto. (Luiz Adriano s.v.)
Bacca 5 – Un po’ leggerino e fuori dalla manovra, si fa trovare sempre lì al momento giusto, ma è sfortunato in un paio di occasioni e stavolta non riesce a timbrare il cartellino.
Mihajlovic 4,5 – Dopo i primi venti minuti abbastanza brutti, il suo Milan prende in mano la partita e ha anche tante occasioni per portarsi in vantaggio, salvo non sfruttarle e andare a perdere. La sfortuna è uno degli alibi, ma oramai da due anni a questa parte San Siro è diventata terra di conquista per tutti, e lui non sta migliorando la tendenza. Difficile un esonero in settimana, più probabile che si giochi tutto sabato sera nel bollente anticipo di Roma, dove anche Rudi Garcia è in bilico dopo il rocambolesco 3-3 di Verona.

  •   
  •  
  •  
  •