Valori di mercato Serie A: chi sale e chi scende

Pubblicato il autore: Gennaro Esposito

serie a

Mercato Serie A – Il valore di mercato di un giocatore spesso rispecchia le sue qualità e la sua appetibilità per le altre squadre: si tratta infatti della cifra che un club si potrebbe trovare costretto a spendere per acquistarlo e aggiungerlo definitivamente alla propria rosa. Può capitare nell’arco di una stagione che il valore di mercato di un giocatore salga, grazie a buone prestazioni individuali e di squadra; al contrario può capitare invece che un giocatore veda il proprio valore crollare, a seguito di prestazioni deludenti o di scarso impiego da parte dell’allenatore. Di seguito proponiamo un’analisi dettagliata dei maggiori cambiamenti dei valori di mercato della Serie A nella stagione in corso.
Il cambiamento in positivo più grande lo fa registrare Ezequiel Ponce, 18enne attaccante argentino della Roma fuori fino a fine stagione per la rottura dei legamenti del ginocchio: il suo prezzo si attesta ora sui 6 milioni di euro. Segue un altro argentino, stavolta della Sampdoria: si tratta del trequartista Joaquìn Correa, che con le sue 8 presenze in campionato è arrivato a costare 6,5 milioni di euro. Completa il podio un giovane centrocampista, da molti ritenuto l’autentica rivelazione del campionato: stiamo parlando di Assane Dioussè dell’Empoli, che è passato dai 400mila euro di inizio stagione ai 4,5 milioni attuali.
Completano la top ten Hoedt della Lazio (1,75 milioni a fronte dei 200mila euro di inizio stagione), Milinkovic-Savic sempre della Lazio (7,5 milioni), Defrel del Sassuolo (6 milioni), Oikonomou del Bologna (1,70 milioni), Bertolacci del Milan (15 milioni), Sportiello dell’Atalanta (7,50 milioni) e Acerbi del Sassuolo (4,80 milioni).

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Juventus-Bologna streaming gratis e diretta tv: Sky o Dazn?

Così come i valori possono lievitare raggiungendo cifre mai ottenute prima, possono anche crollare inesorabilmente andando a deprezzare un calciatore. E’ il caso di Mario Balotelli del Milan, che a causa di un infortunio non è riuscito ad esprimere il suo potenziale ed ha visto il suo valore di mercato crollare a quota 11 milioni. Caso analogo anche per Sami Khedira, centrocampista della Juventus che ha visto poco il campo e molto l’infermeria: il suo prezzo è ora di 18 milioni, una miseria a fronte dei 35 raggiunti quest’estate. Completa il podio un romano di Roma: si tratta di Daniele De Rossi, 32enne ancora etichettato come “Capitan Futuro” e che costa ora 7,50 milioni, la cifra più bassa mai raggiunta.

Nella top ten dei maggiori abbassamenti nel mercato serie A troviamo un altro romanista, il bosniaco Edin Dzeko, che a causa dei suoi soli 5 gol finora in stagione ha fatto crollare il suo valore a 18 milioni. Al quinto posto c’è un altro italiano: si tratta di Giuseppe Rossi della Fiorentina, tormentato dagli infortuni e che sta vedendo il suo valore decrescere con il passare del tempo: ora vale 12 milioni. Continua la “crisi italiana” con due milanisti: Montolivo (6 milioni) e Cerci (10 milioni). Hernanes forse pensava di trovare miglior fortuna passando alla Juventus, ma il suo valore è sceso a 10 milioni. Il terzo romanista nella top ten è Kevin Strootman, anch’egli falcidiato dagli infortuni e sceso a quota 15 milioni. A chiudere la graduatoria ci pensa Samir Handanovic dell’Inter, che nonostante le sue ottime prestazioni con i nerazzurri vale ora 15 milioni, 7 in meno di quest’estate.

Leggi anche:  La replica di Conte sulle voci di un ritorno alla Juventus

 

  •   
  •  
  •  
  •