Clamoroso, Totti spedito a casa da Spalletti

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui

Totti
Sta prendendo una piega sempre peggiore la polemica Totti-Spalletti legata allo scarso utilizzo del capitano, che al TG1 nella giornata di ieri aveva criticato le scelte dell’allenatore. E a questo punto rischia di finire davvero male la carriera di una delle ultime (se non l’ultima) bandiera del calcio italiano. Una vita con il giallorosso nel cuore, romano e romanista, Totti non ha digerito lo scarso impiego che il tecnico toscano gli ha concesso, pur conscio del fatto che a 39 uno non possa giocare sempre.

Da qui la stoccata del Pupone: “Chiedo rispetto per quello che ho dato, per l’uomo. Non riesco a stare nella Roma così, vorrei che mi dicessero le cose in faccia, sto male. Rischia di finire male. Voglio chiarezza, sia da Spalletti, sia da Pallotta. Spalletti ha tutte le carte in regola per far bene, ma con lui solo ‘buongiorno e buonasera’. Preferirei mi dicesse le cose in faccia. Io mi sento ancora un calciatore”.

Leggi anche:  Napoli, Gattuso minaccia le dimissioni: "Se le cose non cambiano posso pure andarmene"

Uno sfogo pesante, che ha lasciato strascichi importanti e ha condizionato le decisioni di Spalletti: per la partita di questa sera infatti Totti non è stato convocato. Pochi minuti fa il tecnico dei giallorossi ha comunicato al giocatore la sua decisione, con il capitano che ha dovuto prendere atto della decisione e salutare gli increduli compagni. Un fattore che potrebbe destabilizzare non poco una Roma che sembra finalmente aver ritrovato gioco e risultati in campionato: si sa che nella capitale ci sono tutti i giocatori e poi c’è Totti, l’ottavo Re di Roma. Che ora rischia di concludere male la sua fantastica carriera giallorossa. Dopo Maldini e Del Piero, un altro addio amaro per una bandiera?

  •   
  •  
  •  
  •