Dalla Serie B alla lotta scudetto: l’incredibile storia di Juve Napoli

Pubblicato il autore: Antonio Paradiso Segui

Biglietti Juventus Napoli da oggi disponibili quelli rimessi in vendita

Finalmente ci siamo: ancora pochissimi giorni e finalmente assisteremo alla sfida scudetto Juve Napoli. Due squadre che al momento si trovano in testa alla classifica, con un vantaggio rassicurante sulle inseguitrici. Eppure ad inizio anno le cose non sembravano andare: la Juventus, evidentemente scossa dalle cessioni di Pirlo, Vidal e Tevez, ci ha messo parecchio prima di trovare la giusta quadratura; il Napoli, dal canto suo, ha faticato parecchio prima di interpretare al meglio il verbo di Sarri. Oggi Juve Napoli vale lo scudetto, qualche anno fa però valeva la vetta del campionato di B. Era un periodo non particolarmente felice per le due storiche compagini: la Juventus era stata appena retrocessa dopo lo scandalo “Calciopoli”, mentre il Napoli, dopo aver trascorso due anni nell’inferno della C era appena stato promosso in B. Alla fine di quella stagione Juve Napoli, a braccetto con il Genoa, risalirono in Serie A.  Al ritorno in massima serie le due compagini hanno avuto un cammino altalenante: benissimo il Napoli, che da quando è in A, eccetto la stagione 2008/2009, ha sempre centrato la qualificazione in Europa. La Juventus, invece, ha dovuto faticare parecchio prima di issarsi al vertice del calcio italiano, subendo anche l’onta di due stagioni fallimentari: 2009-2010 e 2010/2011, in cui i bianconeri chiusero in entrambe le occasioni al settimo posto, fallendo nel secondo caso l’accesso alla zona Europa. Nel 2012 però Juve Napoli si presero la loro rivincita, con i bianconeri che sotto la guida di Antonio Conte riuscirono a vincere il titolo dopo 9 anni di assenza (6 se si considera lo scudetto revocato del 2006) e i campani che vinsero la Coppa Italia, battendo in finale allo stadio “Olimpico” proprio la Juventus, infliggendo inoltre a Buffon e compagni la prima e unica sconfitta di quella stagione. L’estate seguente Juve Napoli valeva la Supercoppa Italiana, che per l’occasione fu disputata a Pechino. Finì 4-2 per la Juve, non senza polemiche, con i napoletani che accusarono l’arbitro Mazzoleni di “malafade”, tanto da non presentarsi per la premiazione. In quella stagione la gara Juve Napoli, disputatasi nell’ottobre del 2012, vide i bianconeri imporsi per 2-0, grazie alle reti di un semi-sconosciuto Paul Pogba e di Martin Caceres. La gara di ritorno finì 1-1 e la Juventus ipotecò il titolo, che vinse proprio davanti al Napoli. L’ultimo trofeo le due squadre se lo sono conteso nel dicembre del 2014, finale di Supercoppa Italiana: fu un tango argentino, con doppietta di Tevez per la Juve e doppietta di Higuain per il Napoli. Ai rigori poi la spuntò il Napoli, che quindi si rifece della edizione di 2 anni prima. A fine anno però la Juventus, nonostante avesse già vinto il titolo, liquidò l’allora squadra di Benitez per 3-1, estromettendola di fatto dalla Champions League edizione 2015/2016. Quest’anno è diverso dalle altre volte, anche perché Juve Napoli vale lo scudetto e sicuramente non è mai stata decisiva come quest’anno. Dobbiamo dire grazie al Napoli di Sarri, unica vera compagine degli ultimi anni a mettere in seria difficoltà la Juventus nella corsa al titolo e che ci sta facendo vivere un campionato diverso dagli ultimi noiosi e già chiusi a Marzo. Alla fine, crediamo che sia giusto che il titolo se lo giochino Juve Napoli: due squadre tanto diverse, ma che hanno in comune il fatto di aver toccato il fondo e di essere risalite pian piano con tenacia e forza d’animo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Auriemma attacca Ibra a Tiki Taka: "Andava espulso. L'infortunio? Giustizia Divina"