Milan Torino parla Ventura: “Il derby di Coppa Italia ha inciso sulla stagione”

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

12788488_1123483181030043_291447100_oMilan Torino parla Ventura: ” il derby di Coppa Italia ha inciso sulla stagione”

Torna a parlare dopo circa due anni di assenza mister Ventura in un pre –partita di campionato. Domani Milan Torino classica del campionato di serie A.

Dopo circa due anni di “silenzio” torna a parlare Giampiero Ventura in occasione dell’anticipo di campionato valido per la 27esima giornata Milan Torino e se non è un evento poco ci manca visto e considerato che si tratta della prima conferenza stampa dall’inizio della stagione sportiva 2015/2016.

TURNO FAVOREVOLE AL TORINO ANCHE IN CASO DI SCONFITTA

Milan Torino è una classica del massimo campionato italiano, per entrambi è un match decisivo per la classifica. Il Torino si trova attualmente all’undicesimo posto in classifica con 32 punti, in caso di sconfitta potrebbe essere addirittura indolore visto che le squadre subito dietro sono tutte impegnate fra loro. Infatti il Chievo si trova a 31 punti e affronterà il Genoa che di punti ne ha 28, ed il Carpi penultimo in classifica con 20 punti se la vedrà con l’Atalanta a quota 29. Dunque, a conti fatti i granata dovranno guardarsi le spalle prima di tutto dai Clivensi di Maran che in caso di vittoria salirebbero a 34 punti scavalcando il toro di due, mentre se ad avere la meglio sarà la squadra di Gasperini, la classifica sorriderebbe sempre ai piemontesi a + 1 sui liguri. Mentre la vittoria del Torino manderebbe il “diavolo” in confusione interrompendo la striscia positiva di risultati che si fermerebbe a 10 complicando notevolmente la risalita in classifica per la squadra di Sinisa Mihajlovic.

LA CLASSIFICA DICE SEMPRE TORINO

Discorso diverso per gli Orobici che, in caso di vittoria al Braglia di Modena contro i Carpigiani arriverebbero a pari punti dei granata . Più tranquilla la situazione guardando la compagine di Castori, penultima in classifica e tenuta a distanza di sicurezza. Tutte queste gare saranno decisive per la permanenza in serie A, ed è chiaro che un passo falso significherebbe sofferenza di domenica in domenica per tutti.

Leggi anche:  Inter DAZN, tre gare dei nerazzurri in streaming

IL MILAN IN CASO DI VITTORIA SI PORTEREBBE  AD UN PUNTO DALL’INTER

Discorso decisamente più interessante per il Milan che, se pur lontano dai primi tre posti in classifica nel caso di vittoria i rossoneri si posizionerebbe ad un punto dall’Inter se i neroazzurri lascerebbero l’intera posta alla Juventus, domenica sera nel posticipo dello JStadium, mettendo tanta pressione all’amico Roberto Mancini che vede sempre più ridurre il distacco in classifica mettendo in discussione tutto e tutti.

GLI ASSENTI e GLI INFORTUNATI

Nell’ Allenamento di ieri pomeriggio sul terreno della Sisport mister Ventura ha fatto svolgere alla squadra una sessione tecnico-tattica, poi, per quanto riguarda il recupero di Cesare Bovo il bollettino medico riporta che il giocatore prosegue il lavoro personalizzato , mentre Gazzi ha proseguito la fase di rieducazione. Gli assenti saranno per quanto riguarda il Milan, mancherà per squalifica Montolivo, mentre per il Torino non ci sarà Benassi.

VENTURA PRESENTA MILAN TORINO

Dopo due anni di assenza torna a parlare Giampiero Ventura presso la sala stampa dell’Olimpico presentando la partita di domani contro i rossoneri.

Ecco le sue parole:

“La scelta è semplicemente per comunicare ho detto che secondo me c’era un problema di comunicazione l’obiettivo e quello di comunicare di dire quello che stiamo facendo e si tenta di fare. Sono passati quatto anni da quando sono arrivato al Torino e c’era un po di scetticismo dopo quattro anni tante cose il Torino li ha ribaltati, oggi il Torino ha dei giocatori di proprietà, oggi abbiamo una Primavera che vince il campionato, oggi, il Torino sta ricostruendo il Filadelfia, oggi il Torino ha una squadra con tutti giovani sotto i 24/25 anni di età. Il campo ed il tempo dirà, lavoro e tempo sono componenti che se non ci sono non puoi fare niente. Quattro anni fa si pensava alla parte sinistra della classifica, oggi dobbiamo lottare per L’Europa ma come: devi fare una campagna acquisti di giocatori importanti, oggi il Torino è una società sana e senza offendere nessuno ci sono società che hanno dei bilanci diversi. Questa è programmazione e da qui che è partito tutto. Abbiamo dei giovani migliori del campionato che probabilmente in futuro faranno arricchire Cairo. Questo è il futuro del Torino cercare di restare in Europa con risultati calcistici e risultati economici. Siamo alla vigilia di una partita importante ma è una tappa di un cammino per crescere.”

Il Milan

Leggi anche:  Fabiano Santacroce a SuperNews: "Napoli-Milan 1 a 3? Errori evitabili in difesa, ma ottimo lavoro di Gattuso. Crespo l'attaccante più difficile da marcare"

“Io penso che sia più facile allenare una squadra con giocatori importanti. La rosa del Milan è importante, io credo al campo tutto il resto sono chiacchere. Dobbiamo avere la capacità di osare. In questo momento il gruppo sta ingoiando qualcosa ci amaro. Domani è una tappa importante. Vorrei che domani ci fosse la stessa convinzione di Bilbao. Il risultato è la conseguenza del lavoro. Io credo e lo dico con grande umiltà che il Torino sbarazzino e sereno può vincere compreso i grandi e parlo dalla prima partita con il Pescara che siamo andati sotto e poi abbiamo vinto a Frosinone e con la Fiorentina. Oggi il Torino deve ritrovare la stessa spensieratezza e convinzione per ritrovarci.”

Le ultime 10 partite mancanti sarà per i giocatori meno utilizzati da Martinez a tutti gli altri

“Secondo me c’è bisogno, per me e per loro, credo che l’ultimo pezzo di campionato sarà loro, come anche il futuro. Ci sono giocatori che hanno sopportato in silenzio, queste partite serviranno per loro, il futuro credo che sia roseo per il Torino. Io sono in debito con loro e i miei giocatori lo sanno, probabilmente quando entreranno non usciranno più. Benassi, dopo i tanti errori ed episodi a sfavore oggi è migliorato del 50% ci vuole pazienza, qui ci mettiamo la faccia tutti i giorni, facciamo crescere i giocatori in quanto se c’è l’hai ok altrimenti te li costruire.”

IL DERBY DI COPPA ITALIA HA INCISO CERTAMENTE

Leggi anche:  Le parole di Conti (vice di Giampaolo) a DAZN : "Torino da manicomio, il problema non è fisico”

“Il derby di Coppa Italia ha segnato certamente la stagione, dopo sono arrivate una serie di prestazioni completamente diverse, e chiaro che dopo si è rotto qualcosa. Sicuramente ha inciso, ma non solo questo sia chiaro, anche se ripeto questa la considero una tappa. Se noi riuscissimo a separare il risultato dalla prestazione il discorso potrebbe essere diverso. La facilità della partita dipende da noi.”

La Nazionale

“Nazionale, mi viene da ridere c’è una spinta violenta per lasciare il Torino io ho un contratto fino al 2018. Se capita il problema è chiaro che lo risolviamo, io credo che qualunque allenatore che si chieda di allenare la Nazionale è un motivo di orgoglio”

Terminato l’incontro con i giornalisti mister Ventura si è recato presso il Centro Sportivo Sisport per preparare la sessione di rifinitura al termine della quale la squadra partirà per il ritiro pre-partita di Milano.

Infine, Sarà Domenico Celi, della sezione AIA di Bari, il direttore di gara, assistenti saranno i signori Costanzo e Crispo, quarto ufficiale il signor Paganessi. Arbitri addizionali di porta i signori Mazzoleni e Nasca. Calcio d’inizio Sabato 27 febbraio ore 20.45.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •