Roma: lavori in corso

Pubblicato il autore: Giuseppe Porro Segui
roma esultanza
Si è chiuso il mercato invernale, un mercato “sottotono” per tutti ma non per la Roma, che (anche se con qualche fatica di troppo) ha portato a termine operazioni importanti come Zukanovic in difesa; El Shaarawy e Perotti in attacco (si saranno ricreduti quelli che rimpiangevano Iturbe e Gervinho) e proprio questi tre sono stati gli “innesti” giusti per quel cambio di passo che vuole Spalletti (insieme ovviamente alla crescita di tutta la compagine giallorossa).
Una Roma comunque da lavori in corso, visto i continui cambiamenti tattici (e di metodologia del lavoro) imposti del tecnico di Certaldo. In queste quattro gare sin qui disputate sotto la sua guida tecnica (due vittorie; un pareggio ed una sconfitta), si comincia a vedere pian piano il lavoro quotidiano, anche se possiamo dire che si sta lavorando ormai per la prossima stagione, con nomi che già circolano da tempo (Benatia; Sirigu; Criscito; etc).
Lavorare per la prossima stagione comunque non vuol dire buttare tutto quello fatto fino ad oggi, infatti l’occhio è puntato sul proseguimento di questa stagione che doveva vedere i giallorossi protagonisti, ma poi li ha visti naufragare in autunno (come lo scorso anno) dimostrando la fragilità mentale di un gruppo ancora non all’altezza delle grandi big europee, ma ritrovatosi martedi scorso vincendo su un campo difficilissimo come quello del Sassuolo e testimoniato dall’abbraccio finale di tutti, protagonisti e non.
Ora dopo le due vittorie consecutive la Roma, ha la possibilità di scalare qualche posizione in classifica, avendo le prossime due gare (Sampdoria e Carpi) avversari “abborbabili”, anche per testare i progressi fatti prima della sfida del 17 febbraio crocevia di tutta la stagione per capire e misurare le ambizioni della rosa giallorossa.
“L’appetito vien mangiando”, e un risultato positivo contro gli uomini di Zidane, darà nuova spinta e nuova linfa ai giallorossi, per far si che si termini una stagione in modo più che dignitoso, e per tornare a vedere di nuovo lo stadio pieno.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan, Pioli è negativo al Covid: può tornare in panchina
Tags: