Roma: riparte la “lavatrice” Kevin Strootman

Pubblicato il autore: Giuseppe Porro Segui
1c5b4117584e03106ce38d9977cb2439-92272-1390071006
Dopo il mercato invernale, che ha promosso la compagine giallorossa con gli acquisti di Zukanovic, El Shaarawy e Perotti, che hanno avuto un impatto positivo sin da subito, la Roma aspetta il suo più grande colpo di mercato: Kevin Strootman, il giocatore in grado di spostare gli equilibri di un centrocampo che così com’è risulta tra i più completi al mondo.
Kevin Strootman roccioso centrocampista olandese, acquistato dal PSV Eindhoven per la cifra di 22 milioni di € nella stagione 2013/2014; firma un contratto quinquennale e prende la maglia numero 6 (quella che fu del grande “Pluto” Aldair). Sin qui a causa dei problemi dovuti agli infortuni al ginocchio a disputato solo 31 gare in giallorosso segnando 5 reti.
Strootman è stato il più giovane capitano della nazionale “orange” (solo 22 anni) in una squadra che vede tra gli altri calciatori del calibro di: Robben; Sneijder e Van Persie e che ha dato i natali a “mostri sacri” come Gullit; Rijkaard e Van Basten solo per citarne qualcuno, a causa dello stop forzato ha perso la possibilità di aiutare la sua nazionale in Brasile, e avrebbe sicuramente aiutato Garcia (colui che per primo lo definì “lavatrice”, perche catturava i palloni “sporchi” e li restituiva “puliti”) nel periodo della sua permanenza.
Ora, dopo un lunghissimo calvario, comincia a vedere la fine del tunnel. Dopo aver giocato (con discreta personalità) sabato scorso nel campionato primavera, ieri ha svolto tutta la seduta di allenamento con la prima squadra, e comincia ad assaporare l’odore di convocazione. Convocazione che potrebbe arrivare (anche se solo per la tribuna) nella prossima gara interna dei giallorossi contro il Palermo (ricordiamo invece che per le competizioni europee Kevin Strootman non è stato inserito nella lista Uefa) in programma il 21 febbraio prossimo. Questo è quello che si augurano e ci auguriamo tutti. Per il calciatore stesso che non vede l’ora di tornare a giocare; per la Roma che ha bisogno del miglior Strootman (Spalletti lo aspetta a braccia aperte); per la nazionale olandese; ma soprattutto per i tifosi giallorossi che non vedono l’ora di veder partire di nuovo la “lavatrice” giallorossa.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Palinsesto DAZN Serie A 10a giornata: il programma