Roma – Sampdoria, probabili formazioni: torna Florenzi, Dzeko dal 1′

Pubblicato il autore: Saverio Felici Segui

roma - sampdoria
Emergenze rientrate, o quasi, per Luciano Spalletti. Arrivati alla vigilia di questo Roma – Sampdoria con le peggiori aspettative in ambito formazione, a causa dei ripetuti infortuni maturati nelle ultime settimane, a cui si era andata ad aggiungere l’espulsione rimediata da Nainggolan, i giallorossi possono forse tirare un sospiro di sollievo. Dei numerosi indisponibili dello scorso match, solo Vasilis Torosidis e Norbert Gyomber saranno costretti ad assistere alla partita dalla tribuna. Il primo, alle prese ormai da due settimane con un problema muscolare, si è limitato anche ieri ad una seduta di fiosioterapia. Il secondo, principale “vittima” di quell’agonistico Sassuolo-Roma, ha rimediato nientemeno che la frattura di un dito: tre settimane di stop per lui. Tutti gli altri uomini della rosa, chi più chi meno, sono arruolabili.

Il modulo con cui Luciano Spalletti scenderà in campo sarà con ogni probabilità il suo classico 4-2-3-1. Accantonato dunque per il momento il modulo con difesa a tre, vista anche la scarsa disponibilità in difesa e le condizioni precarie di De Rossi: i centrali saranno Rudiger e Manolas, con Zukanovic e il redivivo Florenzi (assente durante il turno infrasettimanale) a occupare i ruoli di terzini. Discorso diverso per De Rossi: Il vice-capitano della Roma, per cui si temeva il peggio dopo la sua uscita prematura lo scorso martedì, ha invece recuperato l’affaticamento (niente lesione per lui), e sarà regolarmente arruolabile. Difficile comunque immaginarlo in campo dal primo minuto. Il reparto mediano a due sarà dunque coperto da Pjanic e, con ogni probabilità, da Vainqueur, finalmente testabile dal primo minuto. Rivoluzione davanti dopo la comunque ottima prova contro il Sassuolo: il modulo prevederà tre uomini sulla trequarti e un’unica punta di manovra davanti. Gli uomini di inserimento saranno il ritrovato Mohamed Salah e la rivelazione del momento El Shaarawy sulle fasce, con il convincete ultimo acquisto Perotti al centro, arretrato rispetto al ruolo da falso nueve sostenuto martedì.  Il compito di prima punta sarà infatti affidato a Edin Dzeko. Il campione bosniaco è forse l’uomo che più di tutti ha deluso la piazza romanista quest’anno. I nuovi acquisti scalpitano, e la sua titolarità nelle gerarchie di Spalletti è ormai tutt’altro che scontata. In questo Roma- Sampdoria tenterà ancora una volta di convincere il suo pubblico, e di dare  quel contributo alla squadra che finora è gravemente mancato.

Leggi anche:  Pistocchi sulla Juventus: "Piatta e prevedibile. Con il rientro di CR7, Pirlo..."

Dall’altra parte della barricata, Vincenzo Montella non vive un buon momento. Il suo arrivo al posto di Zenga non ha sortito gli effetti sperati, la Samp non è al momento in corsa per nessuno degli obbiettivi fissati a inizio stagione e la partenza del suo (unico?) campione Eder non prospetta nulla di buono. All‘Olimpico il mister blucerchiato si presenterà da ex, tentando di ribaltare i pronostici che vedono la sua squadra al massimo come la rampa di lancio per la ripartenza della Roma. In porta sarà schierato Viviano, e davanti a lui tre centrali: Moisander, il neo acquisto Ranocchia  e il recuperato Silvestre. A centrocampo impiegati Cassani e Dodo’ (altro ex) sulle fasce, Ivan e il ritrovato Fernando al centro. Davanti, insieme al confermatissimo Soriano,  si prospetta nuova esclusione per Cassano, lasciando spazio al giovane e finora convincentissimo Correa. Unica punta sarà ancora Muriel.

Leggi anche:  Dybala si tuffa e cerca il rigore in Benevento-Juventus? La dura reazione di Ziliani su Twitter

Roma- Sampdoria, posticipo serale della 24° giornata di Serie A. Stadio Olimpico di Roma, fischio d’inizio alle 20:45.

  •   
  •  
  •  
  •