Roma: Sebino Nela, ritorno a casa

Pubblicato il autore: Giuseppe Porro Segui
NELA-1024x576
Sebastiano Nela, conosciuto da tutti  come “Sebino” terzino della Roma scudettata del grande Nils Liedholm, entra ufficialmente nella dirigenza del club giallorosso.
L’ex terzino giallorosso avrà il compito di incrementare e migliorare il dialogo con i tifosi, visto che al momento non è idilliaco per svariati motivi.
Sebino Nela è stato infatti nominato nuovo coordinatore dell’ufficio SLO (Supporter Liaison Officer), una delle novità a suo tempo introdotte dal regolamento sul Financial Fair Play, sarà lui a curare i rapporti con la tifoseria e (aggiungiamo noi) provare a ricucire lo “strappo”, per l’appunto tra tifosi e società.
Questo il comunicato ufficiale del club giallorosso, nei confronti dell’ex terzino: “L’AS Roma è lieta di annunciare di aver rafforzato la struttura del Supporter Liaison Officer (SLO), che opererà da oggi sotto il coordinamento di Sebino Nela.
“L’obiettivo è quello di implementare e migliorare i meccanismi di dialogo con i tifosi giallorossi, in linea con quanto previsto nell’accordo di programma siglato in Prefettura con la Questura di Roma. L’ufficio SLO costituirà il punto di riferimento per la comunicazione con i tifosi”.
Poi continua: Nela ha vestito la maglia giallorossa dal 1981 al 1993, collezionando 397 presenze in partite ufficiali e 19 reti. È stato uno dei protagonisti dello Scudetto del 1982-83 e ha inoltre vinto tre Coppe Italia (1983-84, 1985-86, 1990-91).
Membro della Hall of Fame giallorossa dal 2013, è il calciatore ad aver disputato più finali europee con la Roma: quella contro il Liverpool in Coppa Campioni nel 1984 e la doppia sfida contro l’Inter in Coppa UEFA nel 1991”
.
Sebino Nela, nato a Rapallo ma romanista di adozione (12 stagioni in giallorosso), lui che è stato (e lo è ancora) un beniamino del tifo giallorosso, continuerà a fare quello che recitava una famosa canzone di Antonello Venditti a lui dedicata…“Correndo Correndo”
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Un Ibrahimovic famelico...
Tags: