Giampiero Ventura verso l’addio al Toro? C’è Gasperini

Pubblicato il autore: Edoardo Peretti Segui

 

ventura si arabbiaI prossimi mesi potrebbero essere gli ultimi dell’avventura di Giampiero Ventura sulla panchina del Torino; al suo posto, in pole position c’è l’allenatore del Genoa Gian Piero Gasperini. Per entrambi gli allenatori si tratterebbe della fine di un ciclo ricco di soddisfazioni: 5 anni per Ventura con i granata, inaugurati con il ritorno in serie A e impreziositi da due ottimi piazzamenti con cui la squadra ha sfiorato la qualificazione in Europa League, e che sono stati fucina di talenti (da Ciro Immobile a Darmian, pasando per Cerci). Anche Gasperini ha iniziato il suo rapporto con il Genoa con la promozione dalla Serie B alla Serie A nel 2006/2007, seguita da campionati più che soddisfacenti e dall’Europa League conquistata grazie al 5° posto nella stagione 2009/2010. Esonerato nel 2011, torna ai grifoni due anni dopo, traghettandoli verso la salvezza, e riconquistando nella stagione seguente l’Europa, con un sesto posto reso vano dai problemi economici e fiscali della società. I due allenatori, oltre al nome quasi identico, hanno in comune anche il fatto di avere rialzato le sorti di due nobili decadute, prese in momenti tra i più cupi della loro storia.
Per entrambi il campionato sotto le aspettative può significare la fine del loro ciclo: i granata annaspano nelle acque di metà classifica, disattendendo – al momento – le attese della vigilia e anche un buon inizio di stagione, mentre i Grifoni sono ancora invischiati nella lotta per non retrocedere, con soli tre punti di vantaggio sulla terzultima.
Giampiero Ventura non avrebbe digerito le critiche e i fischi dei tifosi nei momenti in cui i risultati latitavano e il gioco non era spumeggiante come prima, aspettandosi un maggiore sostegno e una più decisa vicinanza in questi momenti di difficoltà. Allo stesso modo, nonostante i continui e ribaditi attestati di sostegno e di stima da parte della società e il rinnovo del contratto fino al 2018 firmato lo scorso giugno, potrebbe pesare nella scelta di separare le strade la costante della vendita dei giocatori migliori, che ha impedito di seguire un progetto davvero compiuto nel corso degli anni.
Per il sessantottenne allenatore non mancherebbero le offerte, considerando i numerosi attestati di stima e il curriculum maturato nella lunga carriera; per fare un esempio, il patron del Palermo Zamparini ha recentemente dichiarato in un’intervista concessa a Tuttosport che, nel caso il Torino lo esonerasse, lui lo prenderebbe al volo e che lo considera uno dei migliori allenatori in circolazione.

Leggi anche:  Dove vedere Torino-Virtus Entella Coppa Italia, streaming gratis e diretta tv Rai 2?
  •   
  •  
  •  
  •