Juve imbattibile. Milan, addio Champions

Pubblicato il autore: Mario Massimo Perri Segui

La Juve non vuole più fermarsi. La vittoria per 2-0 in trasferta contro l’Atalanta  rappresenta la diciassettesima vittoria nelle ultime 18 partite di campionato. Le reti decisive sono state realizzate da Barzagli al 24′ e da una perla di Lemina al minuto 86. L’Atalanta non riesce più a vincere. Ormai la vittoria manca da 13 partite (dove gli orobici hanno ottenuto solo sei punti). Nonostante il buon secondo tempo della squadra di Reja, la porta della Juve resta inviolata, portando l’imbattibilità di Buffon a 836 minuti. Prova di forza schiacciante, dunque, da parte dei bianconeri, capaci di vincere un match privo di palpitazioni e che poteva complicarsi se non fosse arrivato il vantaggio nella prima metà di gioco. Juve nuovamente in vetta solitaria, con il Napoli che resta distante tre punti.

Leggi anche:  Lilla Milan probabili formazioni: Rebic in attacco, spazio a Tonali in mezzo al campo

Svanisce il sogno Champions per il Milan. Partono forte i rossoneri che nei primi 25 minuti assediano la porta del Sassuolo. I neroverdi trovano al 33′ il vantaggio grazie ad un ottimo schema su calcio d’angolo che libera al tiro Duncan, bravo a trovare la porta con una fucilata che si insacca alle spalle dell’incolpevole Donnarumma. Dal vantaggio del Sassuolo la partita cambia completamente, con i rossoneri che non riescono più a rendersi pericolosi fino a fine primo tempo. La ripresa riparte con lo stesso leit motiv, con Berardi e compagni pronti a pungere in ogni occasione e con un Milan spuntato. Le sostituzioni di Mihajlovic non sortiscono alcun effetto. I rossoneri non tirano mai in porta. Anzi, al 72′ è Sansone a raddoppiare per i padroni di casa. Il Milan non trae vantaggio neanche dall’espulsione di Defrel, arrivata pochi minuti dopo il raddoppio neroverde. Balotelli macchinoso, lento. Bacca sembra l’ombra del giocatore risultato decisivo – fino a questo momento – per la sua squadra. Il centrocampo non gira e la difesa commette delle leggerezze degne del Milan dello scorso anno. La partita, terminata 2 – 0, conferma la maledizione del Milan al Mapei Stadium, dove ha sempre perso. I rossoneri salutano il terzo posto, distante ormai 9 punti a 10 giornate dal termine.

Ennesima partita deludente per Mario Balotelli

Ennesima partita deludente per Mario Balotelli

Nelle altre partite giocate nel pomeriggio, il Genoa batte l’Empoli grazie ad un gol di Rigoni. I rossoblù, dopo svariate occasioni, riescono a trovare il vantaggio decisivo ad inizio ripresa. Seconda vittoria casalinga consecutiva per gli uomini di Gasperini che risalgono al quattordicesimo posto, allontanando – di fatto – la zona retrocessione.
Grande partita del Frosinone che, al Matusa, trova i tre punti contro un Udinese abulico. I ciociari, grazie a questa vittoria per 2 – 0, accorciano le distanze dalla zona salvezza, adesso soltanto ad un punto. Di Ciofani e Blanchard le reti.
Infine, finisce con un pareggio a reti biance il derby del ‘Dall’Ara’ tra Bologna e Carpi. I padroni di casa dominano per una buona parte di gara, ma un palo di Giaccherini e tante occasioni sfumate bloccano gli emiliani. Carpi accorto in difesa e mai pericoloso in contropiede. Si fa dura la corsa alla salvezza dei carpigiani.

Leggi anche:  Torino: dentro i giovani, bene con Singo ora tocca a Segre!

Ecco i risultati delle partite giocate alle 15.00 nella 28° giornata di Serie A:
Atalanta – Juventus    0 – 2
Bologna – Carpi           0 – 0
Frosinone – Udinese   2 – 0
Genoa – Empoli            1 – 0
Sassuolo – Milan          2 – 0

Classifica Serie A:
classifica

 

  •   
  •  
  •  
  •